Commenti a "Come aghi magnetici ci orientiamo verso ciò..." di Giulio Pintus


6
postato da , il
Infatti si dice che l'uomo è posto ''al centro dell'universo'', naturalmente ciò è errato, ma nel sentire comune è così.
Il male non è posizionato in un punto specifico della natura umana, esso ha un numero infinito di variabili, ma se dovessimo
collocarlo dovremmo porlo nel nostro inconscio, che essendo tale non sappiamo dove sia. Potremmo azzardare nel cervello e quindi
a Nord, ma se ci mettiamo a testa in giù cambia tutto. Enigma ?
5
postato da , il
Cosi' come bussole ,che si orientano naturalmente al nord, noi uomini ci orientiamo verso ciò che pensiamo, ambiamo e amiamo altrettanto naturalmente.
Dunque , se non siamo cosi' dissimili alle bussole nelle quali è semplice osservare come agli antipodi del nord vi sia  il sud, potremmo comparare il bene al nord ed il male al sud.
Spero di essere riuscito , ora a spiegarmi; ma se cosi' non fosse sarà necessario chiedere spiegazioni ai cinesi che l' hanno inventata , e che non stanno a nord o a sud , ma a oriente cioè al centro come suggerito da Miriam .
4
postato da , il
Devo ammettere - ora che mi ci fai pensare- che anche nella posizione geografica , più precisamente nella latitudine geografica,  è contenuto quello che tu chiami il concetto astratto dettato dal sentire comune : il bene-male. Infatti è un bene tu nasca ad una certa latitudine , un male che tu nasca ad un altra.
Dunque tu credi che l' uomo  sia orientato naturalmente al ma*le scaturito dalla colpa?
L' autocoscienza ,poi, è un argomento abbastanza vasto , immagino  :-)) , non credo di essere capace di sviluppare un simile argomento , ma mi limito a dire che il bene (inteso come quello maggiore e  rivolto al maggior numero di persone) e l 'autoscienza non sempre combaciano.
Se la bussola è impazzita  si possono guardare le stelle  e se il cielo è nuvoloso, basta guardare dentro di noi , se è vero che tutto è nato da li.
3
postato da , il
@ Giulio, sono in stato confusionale. Come sei arrivato a posizionare l'uomo a Nord ? In senso filosofico ? geografico ?
spirituale ?.  Questa era la domanda, ma se devo dirti la  mia, ti dirò che l'uomo'' vorrebbe'' essere orientato verso il bene,
ma il male (scaturito dalla colpa) ha il sopravvento. Inoltre il bene-male è un concetto astratto dettato dal sentire comune, da dottrine religiose o codici sociali. Il vero bene-male nasce dentro di noi ed è indotto e solo in piccola parte genetica.
Quindi se questo è, la bussola ha l'ago difettoso, anzi gira come una trottola.  Che mi dici ?
2
postato da , il
Cosi' come la bussola si orienta al nord , cosi' l' uomo - secondo quanto da me sostenuto nel primo asserto- si orienta verso il bene (semplicemente pensandoci continuamente ed intensamente).
Dunque , se la bussola si orienta al nord , l' uomo al bene ed agli antipodi del nord vi è - come è risaputo- il sud , il male deve (necessariamente)  essere al sud.

Invia il tuo commento

Disclaimer [leggi/nascondi]

Guida alla scrittura dei commenti

Questo sito contribuisce alla audience di