Commenti a Amore in Saldo di Silvana Stremiz

Per poter commentare quest'opera devi essere registrato in PensieriParole.Registrati

35
postato da , il
Giuseppe confermo "Questa poesia va letta fra le righe perchè fra le pause di ogni riga c'è il senso vero ... di questo mio scritto".
Ma non sempre una verità esclude ogni altra.
Nella vita c’e il bianco e il nero …. ma esistono anche tutte le  sfumature del grigio .L’autore dico autore ( perché poeta è una parola troppo “importante” per potermi considerare tale) mette a nudo i suoi pensieri la propria anima. Tocca al lettore  sfogliare tra i suoi scritti scoprire il senso dello scritto. E’ Un po’ come   una donna che  si spoglia dietro una tenda socchiusa mentre gli abiti cadono a terra c’e chi resterà colpito da un punto preciso del suo corpo e chi resterà affascinato da un altro. Ognuno la spoglierà con gli occhi a modo suo e vi troverà una luce diversa. Una forma diversa …. Trovandola bella o brutta.Perciò il mio non è un dire” così è se vi pare” ma semplicemente la poesia contiene tutte le sfumature  dell’amore e nessuna esclude l’altra …… ma il mio senso sta fra le righe perché fra le pause di ogni riga c’e il senso vero del mio scritto. In amore però non esiste una verità assoluta. La tua visione è UNA visione che si sposa benissimo con lo scritto ma non esclude altre.
Ho scritto una poesia un paio di anni fa. Che si intitola “L’ultimo giro di Tango” c’e chi l’ha letto come una poesia d’amore  chi l’ha letto come una grande passione da letto chi come L’ultimo giro di Tango con la vita ….  ( Mi verrebbe da chiederti secondo te?)Eppure quando l’ho scritta ero certa che fosse chiara inequivocabile era stata recensita e premiata con motivazioni diversi  suscitando emozioni diverse eppure a me pareva cosi scontata.
34
postato da , il
Stupenda*****
33
postato da yeratel, il
Io di Verdi ho visto un vecchio film TV riguardante la vita, e mi par di ricordare che il suo pensiero non era rivolto a come si usasse il suo va pensiero, ma piuttosto dove lo si potesse usare, in quanto ebbe difficoltà a farsi riconoscere come valido musicista, quindi per lui penso fosse andata bene ogni cosa...anche perchè monete zero...
Ora, la nostra compositrice tutto e niente, cosa c'entra con il pensiero di Verdi se fosse qui vivo e vegeto????
Forse si sarebbero trovati entrambi di fronte ad una tazza di the, oppure con due bei gin tonic, beandosi del successo ottenuto con le proprie opere scaturite da fantasie lampeggianti e contenti semplicemente di aver fatto qualcosa che rimane... magari pure sbaciucchiandosi con orchestra e paggio che legge le loro opere... hahahahaha... la Stremiz che si pavoneggia con Verdi, e lui la seduce... hahaha, me li vedo bene in coppia... hahaha che bello se ci fossero ancora le lire, sulle vecchie vecchie mille lire avrebbero aggiunto Silvana insieme al buon Vecchio e solitario Verdi!  :0)))
32
postato da , il
Comunque, tra le tue varie ipotesi, mi stuzzica quella della gatta m0rta. La ritengo oltretutto, tra le tante, la più vicina a una visione artistica della natura femminile, sempre mirabilmente ed equilibristicamente sospesa tra il tutto del dire e il nulla del fare, o viceversa.
31
postato da , il
Insomma, Yeratel: tra le pause di ogni riga si nascondono il vero e l'abbacchio. A te la scelta (non ho dubbi in proposito.. : ))
D'altra parte, se addirittura il Va Pensiero di Verdi, al suono del quale volavano un tempo nei teatri le colombe coi nastri tricolori dell'unità d'Italia, oggi serve da sottofondo a certi grevi raduni separatisti, è evidente di quali opposti significati possa essere fregiata o gravata l'arte.
Che dici tu, se oggi ci fosse Verdi, direbbe di usare il Va pensiero per qualsiasi opposta bisogna, o non esprimerebbe al riguardo il proprio pensiero, la propria ispirazione nell'atto di comporlo?

Per poter commentare quest'opera devi essere registrato in PensieriParole.Registrati
Questo sito contribuisce alla audience di