Commenti a "Mettiti a sedere, vicino a me non hai bisogno..." di Giovanna Sacchiero


34
postato da , il
A volte le persone che hai vicino soffrono per qualcosa che apparentemente non ti appartiene ma, quel dolore diviene un pò anche tuo e così,  vorresti sgombrare quel cielo dalle nubi che offuscano la vostra serenità......A quel punto che fai? Prendi una sedia e la metti accanto alla tua ed attendi insieme.......che passino!

Grazie per i vostri bei commenti, noto che tutti siamo pronti ad accogliere un invito ma poi, siamo anche tutti pronti a fare l'invito?

Agatina....purtroppo non posso dirti se lo troverai ma,
che ne dici di cercare un paio di sedie comode
nel frattempo?! (:-)))))))))
33
postato da , il
Eppure...ora che ci penso...
Questa frase...
qualcuno me la sussurò...:

Mettiti a sedere,
vicino a me
non hai bisogno
di ricordi!


Devo fare mente locale...! :-))

"
32
postato da , il
Eh...cara Giovanna...
un compagno/a così...
An dò stà...???

Sarebbe come chiedere...
d'avere al nostro fianco...
un Angelo...!
Angeli...luce dentro di noi...
motori della nostra vita...
padroni della mente...
e del nostro cuore...!
Presenze che non ti giudicano...
ma che ti amano e ti aiutano...!

Insomma...
Compagni di vita e d'amore...
risposta ai problemi di cuore...!

Giovanna...che dici...
lo troverò...?


Ciao
31
postato da , il
Mi ricorda tanto il consiglio della mia cara nonna che mi invitava sempre a sedermi vicino a lei e mi prendeva le mani prima di iniziare un discorso... bellissima frase!!! :)
30
postato da , il
Belle davvero queste parole. In quel semplice invito c'è una promessa di pace e di gioia che proprio nessuno, credo, possa dire di non sognare o non aver sognato.
Ma anche di non aver vissuto...
Perché i ricordi sono sempre in agguato: ogni cosa ha un suo tempo, tutto diviene, e nel suo divenire diviene prima o poi, inesorabilmente, ricordo.

Invia il tuo commento

Disclaimer [leggi/nascondi]

Guida alla scrittura dei commenti

Questo sito contribuisce alla audience di