Frasi umoristiche di Giuseppe Esposito

Autore,scrittore,esperto e critico d'arte, nato domenica 23 maggio 1943 a napoli (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Poesie, in Racconti, in Leggi di Murphy e in Frasi per ogni occasione.

Scritta da: Giuseppe Esposito
Un giorno d'estate il Capitano della Compagnia Carabinieri chiede al Maresciallo di turno in Caserma di far venire il piantone di servizio all'ingresso della caserma per affidargli un incarico. Poco dopo arriva un giovane carabiniere, saluta militarmente e sull'attenti aspetta l'ordine del Comandante. Questi gli dà una moneta da un euro e gli dice "vai a prendermi il sole 24 ore". Il carabiniere credendo di non aver capito se lo fa ripetere "certo vai a prendermi il sole 24 ore!". Sicuro di aver ben inteso, il carabiniere va via e dal mattino sino alla sera non si fa più vedere. Il mattino successivo si presenta in caserma regolarmente ma tutto rosso in viso. Il sottufficiale che lo aveva mandato dal capitano gli dice "ma si può sapere dove sei stato ieri?". Il carabiniere meravigliato gli risponde "dove mi ha mandato il sig. Capitano, a prendere il sole per 24 ore ma una sola cosa non capisco: "quale?", chiede il maresciallo, "non capisco perché mi abbia dato un euro".
Giuseppe Esposito
Composta mercoledì 4 gennaio 2012
Vota la frase umoristica: Commenta
    Scritta da: Giuseppe Esposito
    Durante una passeggiata nel bosco Biancaneve incontra sul suo percorso un rospo che gli chiede aiuto. "Biancaneve aiutami, una strega cattiva mi ha fatto diventare un rospo con un incantesimo, ma io sono un re, se mi dai un bacio ritorno come prima." Infatti Biancaneve lo raccoglie, gli dà un bacio ed il rospo ritorna veramente un re. Salta sul suo cavallo e se ne va ringraziando la principessa.
    Più avanti sul sentiero incontra un altro rospo che anch'egli gli chiede aiuto "Biancaneve sono un principe liberami da questo incantesimo della strega, con un tuo bacio." Infatti Biancaneve lo bacia e il rospo si trasforma in un principe, salta sul suo cavallo bianco, ringrazia e se ne va.
    Continuando il suo cammino Biancaneve incontra un altro rospo, quasi infastidita gli chiede "sei un principe anche tu e sei stato ridotto così dalla strega, vero?" Ma quale principe, gli dice il rospo, sono solo un operaio metalmeccanico! "E perché sei ridotto così? Gli chiede Biancaneve." Ma che ne so io, hanno fatto tutto i sindacati! "
    Giuseppe Esposito
    Composta domenica 9 ottobre 2011
    Vota la frase umoristica: Commenta
      Scritta da: Giuseppe Esposito
      A scuola elementare 3^ classe, la maestra dice a una Bambina:
      Ora stai attenta Sofia, io ho una patata se la taglio a metà, cosa ottengo?
      La Bambina: due metà signora Maestra!
      Brava, dice la maestra, ma se taglio queste due metà a metà, cosa ottengo?
      4 quarti signora Maestra. Bravissima Sofia. Ora stai attenta, se taglio i quarti ancora a metà cosa ottengo?
      Che ora può fare le patatine fritte signora Maestra!
      Giuseppe Esposito
      Composta venerdì 23 settembre 2011
      Vota la frase umoristica: Commenta
        Scritta da: Giuseppe Esposito
        Il treno delle ore 9 per Bologna da Milano, viene preso da un giovanotto di oggi, vestito alla moda con l'immancabile chewing gum che mastica continuamente.

        Nello scompartimento di fronte a lui è seduta una anziana signora.
        I due si fissano entrambi, il giovane continua a masticare imperterrito la sua cicca.

        All'arrivo alla stazione di Bologna la vecchietta, prima di scendere apostrofa il ragazzo così "Giovanotto, io ti ringrazio della compagnia che mi hai fatto durante il viaggio e della storia della tua vita che mi hai raccontato, però credo di non aver capito molto sai, perché sono un pochino sorda!"
        Giuseppe Esposito
        Composta giovedì 8 settembre 2011
        Vota la frase umoristica: Commenta
          Scritta da: Giuseppe Esposito
          Avviso al personale

          la direzione è spiacente di rilevare
          che molti dipendenti morti durante il lavoro
          dimenticano di cadere per terra.

          Tale abitudine deve cessare immediatamente
          dato che tale fatto
          rende difficile distinguere i dipendenti

          morti da quelli che lavorano normalmente
          si rende quindi noto
          che da oggi qualsiasi dipendente

          trovato morto in piedi
          sarà licenziato immediatamente e lasciato
          senza liquidazione.
          Giuseppe Esposito
          Composta mercoledì 21 settembre 2011
          Vota la frase umoristica: Commenta
            Questo sito contribuisce alla audience di