Scritta da: Paolo Broni
Nel rifugio dei vampiri è l'ora del ritorno dalla caccia e lentamente iniziano a rientrare tutti. Ne arriva uno che ha ancora un filo di sangue che gli cola dal bordo della bocca.
"Hai fatto buona caccia?" chiedono i compagni e lui, invitandoli ad avvicinarsi alla finestra dice: "Vedete quel convento in fondo alla vallata?"
E tutti rispondono: "Sì!"
"Era pieno di suore, me le sono succhiate tutte."
Nello sbigottimento generale arriva un altro vampiro con la bocca completamente insanguinata. "È andata bene anche a te, stasera!" esclamano i compagni.
Anch'egli li invita alla finestra e dice: "Vedete quell'abbazia sulla cima della collina?"
"Sì, la vediamo."
"C'erano cento frati li ho seccati tutti."
Si alza un brusio di invidia che viene interrotto dall'arrivo di un altro vampiro con la faccia completamente coperta dal sangue, le ali inzuppate.
"Per te è sicuramente andata ancora meglio, racconta!"
Anch'egli chiama i compagni alla finestra e dice: "Vedete quel campanile in mezzo al paese?"
"Certo, lo vediamo."
"Beh, io non l'ho visto!"
Anonimo
Vota la frase umoristica: Commenta
    Scritta da: Paolo Broni
    Due ragazzi frequentano insieme Scienze Politiche, poi intraprendono la carriera politica. Dopo un po' di anni il primo va trovare il secondo. Questo ha una casa enorme, con tre macchine, autista, piscina e campi da tennis.

    - Senti un po', ma come hai fatto?
    - Eh, beh, sai... sono diventato assessore ai lavori pubblici.
    - Beato te... con lo stipendio che ho io altro che una casa come questa!
    - Beh... vuoi sapere come si fa? La vedi quella strada che passa là in fondo?
    - Si... perché?
    - È bastato farla un po' più stretta... un po' più corta...
    - Aaaaaaahhh, ora ho capito!

    Dopo un paio di anni si ritrovano a casa dell'altro, una supermegavilla con campo da tennis, piscina, un parco macchine esagerato.

    - Porca miseria... sei ancora più in gamba di me! Ma come hai fatto?
    - Vedi la strada là in fondo?
    - No.
    - Appunto!
    Anonimo
    Vota la frase umoristica: Commenta
      Scritta da: Paolo Broni
      Ci sono uno studente di matematica ed uno di ingegneria all'inizio di un lungo corridoio. Vedono contemporaneamente una bella ragazza in fondo allo stesso. Allora il matematico dice all'ingegnere: "Facciamo una corsa? Chi arriva primo dalla ragazza, può invitarla a cena!"

      Ma a questo punto, avendoli ascoltati, interviene un professore: "Fate così: correte per tappe... percorrete ogni volta metà dello spazio che vi separa tra voi e la ragazza, poi vi fermate e poi ripartite."

      "Ah! – esclama il matematico – io ci rinuncio! Non arriverò mai alla ragazza."

      Invece l'amico ingegnere: "Io invece ci sto: è vero che non arriverò mai alla ragazza, però potrò avvicinarmi finché voglio!"
      Anonimo
      Vota la frase umoristica: Commenta
        Questo sito contribuisce alla audience di