Scritta da: Andrea Manfrè
Ora di supplenza alle elementari. In questo caso lavoro individuale: chi studiava per l'interrogazione dell'ora seguente, chi svolgeva i compiti per il giorno successivo e chi non sapendo cosa fare, disegnava.
M: "cosa stai disegnando di così colorato?"
S: "è uno striscione prof"
m: "e cos'hai scritto" cercando di decifrare dei geroglifici inquietanti e sicuramente non italiani
s: "è il nome di una squadra di calcio..."
La maestra, facendo mente locale nella sua cultura calcistica: "Non è italiana vero?"
S: "No,... non la conosce?"
M: "iverpoo"... legge con attenzione... "non sarà mica una squadra inglese?"
S: "Ah, io non lo so, l'unica cosa è che ha una bella maglia rossa"
m: "Prendiamo assieme la cartina dell'Inghilterra e vediamo se trovi la città da cui prende il nome la squadra!"
Dopo cinque minuti buoni:
s: "Qui c'è un nome che gli assomiglia... non avranno mica sbagliato a stamparlo? C'è scritto Liverpool"
Anonimo
Vota la frase umoristica: Commenta
    Scritta da: Edoardo Grimoldi
    Un giorno l'angelo del Signore si presentò ad Abramo.
    "Prendi Emilio Fede, portalo in cima al monte e ammazzalo."
    "Ma perché?"
    "Così vuole il Signore."
    Abramo non battè ciglio. Prese il giovane Fede e lo portò in cima al monte. Ma quando stava già con la spada sollevata, pronto a colpirlo, arrivò l'angelo a fermarlo.
    Della serie: e poi dicono che Dio è infallibile.
    Anonimo
    Vota la frase umoristica: Commenta
      Questo sito contribuisce alla audience di