Racconti di Samuel Beckett

Scrittore, drammaturgo, poeta e sceneggiatore, nato venerdì 13 aprile 1906 a Foxrock, Dublino (Irlanda), morto venerdì 22 dicembre 1989 a Parigi (Francia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi e in Poesie.

Scritto da: alterfr
Vecchio arranchi su una stretta strada di campagna. Sei uscito al sorgere del giorno e adesso è sera. I passi nel silenzio unico suono. Unici suoni in verità, perché di volta in volta variano. Ognuno lo ascolti e mentalmente lo aggiungi alla somma crescente di tutti i precedenti. Ti fermi a capo... [continua a leggere »]
Samuel Beckett
Vota il racconto: Commenta
    Scritto da: alterfr
    Giunge una voce a qualcuno nel buio. S'immagini. A qualcuno sul dorso nel buio. Ciò glielo comprova la pressione sulle parti posteriori e il modo in cui muta il buio quando serra gli occhi e quando di nuovo li riapre. Solo una minima parte di quanto viene detto può essere verificata. Come per... [continua a leggere »]
    Samuel Beckett
    Vota il racconto: Commenta
      Scritto da: alterfr

      .

      È una notte come piacevano a Caspar David Friedrich, tempestosa e chiara. Questo cognome che mi torna in mente, e questi nomi (...) Avverto, in fondo al tronco, non posso essere più preciso, dei dolori che si direbbero nuovi. Credo che sia soprattutto alla schiena. Sono come ritmati, sembrano... [continua a leggere »]
      Samuel Beckett
      Vota il racconto: Commenta
        Scritto da: Silvana Stremiz

        Senza

        Rovine vero rifugio finalmente verso cui da tanto lontano dopo tanti falsi. Spazi senza fine terra cielo confusi non un rumore tutto immobile. Faccia grigia due azzurro pallido corpo minuto cuore che batte solo in piedi. Spento aperto quattro pareti cadute all'indietro vero rifugio senza uscita... [continua a leggere »]
        Samuel Beckett
        Vota il racconto: Commenta
          Scritto da: alterfr

          Tutti quelli che cadono

          Signora Rooney - No, no, solo disturbi mentali, il nome esatto mi tornerà in mente questa notte. Ricordo che ci raccontò la storia di una bambina, molto strana e infelice, che lui aveva curato per molti anni senza riuscire a guarirla finché dovette rinunciare al caso. Non le aveva trovato niente... [continua a leggere »]
          Samuel Beckett
          Vota il racconto: Commenta
            Questo sito contribuisce alla audience di