Scritto da: Lina Viglione

SORRIDERE ALLA VITA

Sorrido alla vita più che posso così da poter lasciare dolce scie dietro di me con meraviglia.
Sorrido con onestà, rispetto, emozioni e amore.
Sorrido e amo più che posso così da poter tornare a casa con un cuore colmo d'amore.
Sorrido e abbraccio alla vita più che posso così da poter stringere...
[continua a leggere »]
Lina Viglione
Composto martedì 13 settembre 2011
Vota il racconto: Commenta
    Scritto da: Lina Viglione

    Il giardino di Lina

    Il mio giardino era tutto in disordine, andava "rimosso" Era pieno di terriccio di rovi di sassi e di vecchi alberi da potare, tutto quanto era di deturpante e concimato il terreno. Ci portai i semi più belli che portarono prosperità e benessere. Il sole l'acqua el'aiutarono a crescere con "amore... [continua a leggere »]
    Lina Viglione
    Composto venerdì 2 novembre 2007
    Vota il racconto: Commenta
      Scritto da: Lina Viglione

      Io Lina combatto il tempo

      Io Lina combatto il tempo e la vita imparando a vivere giorno per giorno con il tempo che passa. La mia testa di "bambina cresciuta" mi aiuta ogni giorno a essere sempre gioiosa e serena nell'apprezzare la solitudine, e vivere ogni giorno serena e pienamente soddisfatta, semplicemente con uno... [continua a leggere »]
      Lina Viglione
      Composto sabato 18 novembre 2000
      Vota il racconto: Commenta
        Scritto da: Lina Viglione

        Mia sorella Maria

        Devo riconoscerlo mia sorella Maria fu la sola figlia voluta, nacque due anni dopo il matrimonio. Nella mia mente di bambina si radicò la convinzione che lei era la prediletta. Un sentimento che ancora oggi non è del tutto sparito: ricordo che lei veniva trattata come una principessa, tutto il... [continua a leggere »]
        Lina Viglione
        Composto lunedì 18 marzo 1996
        Vota il racconto: Commenta
          Scritto da: Lina Viglione

          Dove sei felicità

          Capitolo: In cerca della felicità.
          Un giorno andai in cerca della felicità. Salendo faticosamente le scale mi ritrovai a fare l'ultimo scalino e davanti a me mi apparve come per miracolo una porta con scritto "la casa della felicità" stavo per aprirla ma inciampai e feci una discesa alquanto triste e dolorosa e mi ritrovai di... [continua a leggere »]
          Lina Viglione
          Composto sabato 15 settembre 2007
          Vota il racconto: Commenta
            Questo sito contribuisce alla audience di