Scritto da: Anna De Santis

er cacciatore e er fringuello

Un giorno d'aprile sopra un pesco, er nido fatto de fresco
c'era la fringuella che se la cantava, ogni ova bona che deponeva
l'alba, e già quer fringuello spiegava l'ali, annava su e giù pe li viali
pe procurà er cibo alla sua amata
perché tra poco i piccoli sarebbero nati.
Mentre l'ucello s...
[continua a leggere »]
Anna De Santis
Vota il racconto: Commenta
    Scritto da: Anna De Santis

    Er faro senza luce

    Se ne stava un po' in disparte, piantato tra la battigia e no scojo
    e se guardava er mare
    passaveno le stagioni, le barche all'orizzonte
    ma quell'occhio in fronte più nun mannava luce.
    La mamma faro grande, vicino ar piccolo vegliava
    e tutto er giorno che se preoccupava
    manco na tempesta lo...
    [continua a leggere »]
    Anna De Santis
    Vota il racconto: Commenta
      Scritto da: Anna De Santis

      Frammenti di vita

      Capitolo: Prefazione
      Carissimi amici e lettori, ho voluto fare io stessa questa prefazione
      per spiegare i motivi che mi spingono a scrivere, il bisogno impellente che ho di fissare ogni momento, bello o brutto che sia della mia vita, di ricordare, di andare a rileggere quello che ho provato in tante occasioni che mi...
      [continua a leggere »]
      Anna De Santis
      Vota il racconto: Commenta
        Scritto da: Anna De Santis

        Frammenti di vita

        Capitolo: secondo capitolo
        Queste poesie appartengono ad un periodo purtroppo molto triste della mia vita, la malattia, l'agonia e poi la morte del mio amatissimo padre in data 24 maggio del 2011.
        Voglio ricordare gli ultimi anni della sua vita però in modo ironico, ci sono degli episodi che ancora adesso
        mi fanno...
        [continua a leggere »]
        Anna De Santis
        Vota il racconto: Commenta
          Scritto da: Anna De Santis

          Giugno 2011

          Giugno 2011
          Una meravigliosa alba sul mare, ogni volta mi emoziona e mi rapisce, si dimentica tutto e si rimane a guardare, il sole timido quasi vorrebbe chiedere scusa ad una luna che piano piano sbiadisce, ma poi tutto impazzisce e si colora il mare di un azzurro intenso. Da poco ho perso mio...
          [continua a leggere »]
          Anna De Santis
          Vota il racconto: Commenta
            Questo sito contribuisce alla audience di