Questo sito contribuisce alla audience di

Liguria

È la Liguria terra leggiadra.
Il sasso ardente, l'argilla pulita,
s'avvivano di pampini al sole.
È gigante l'ulivo. A primavera
appar dovunque la mimosa effimera.
Ombra e sole s'alternano
per quelle fondi valli
che si celano al mare,
per le vie lastricate
che vanno in su, fra campi di rose,
pozzi e terre spaccate,
costeggiando poderi e vigne chiuse.
In quell'arida terra il sole striscia
sulle pietre come un serpe.
Il mare in certi giorni
è un giardino fiorito.
Reca messaggi il vento.
Venere torna a nascere
ai soffi del maestrale.
O chiese di Liguria, come navi
disposte a esser varate!
O aperti ai venti e all'onde
liguri cimiteri!
Una rosea tristezza vi colora
quando di sera, simile ad un fiore
che marcisce, la grande luce
si va sfacendo e muore.
Vota la poesia:7.72 in 264 voti

    Commenti


    38
    postato da Rikeit, il 15/02/2016 alle 16:27:14
    Un capolavoro,  essenziale,  lascia percepire l'arsura della terra in estate, il profumo di salsedine con le mareggiate,  il ricordo di una terra legata al mare con le facciate delle sue chiese a guardarlo, le tipiche "crêuze" lastricate, ripeto un capolavoro!    Basterebbe questo testo come biglietto da visita per chiunque volesse sapere di più di  questa terra fragile e meravigliosa
    37
    postato da Deva, il 14/02/2016 alle 15:20:42
    Bellissima💙💚💛💜❤anch'io devo studiarla per lunedì (5elementare Foglietta Oberto
    36
    postato da baby-vg, il 08/04/2015 alle 16:37:45
    Bella ma a me personalmente piacciono rimate le poesie e la liguria è dove vado al mare...
    Adesso sono sulla scrivania di casa a imparare questa poesia per la scuola(sono in 5 elementare) però è un po' lunga e difficile...
    Peccato sia un po' chiusa per me...
    Peccato che l' ultima parte rattristi un po'...
    Non mi ha emozionato particolarmente
    35
    postato da gian.gorrino, il 15/02/2015 alle 16:21:00
    Molto bella. Sono lontano dalla mia Liguria e mi manca tanto.
    Ogni volta che vedo le mimose penso a questa poesia imparata da bambino sui banchi di scuola
    34
    postato da ml, il 14/01/2015 alle 10:02:03
    Questa poesia é meravigliosa, e leggendola puoi immaginare esattamente quello che é il territorio Ligure e secondo me anche i sentimenti che il Caldarelli provava in quel momento... E sono gli stessi che provo io ogni volta che mi fermo ad osservare i nostri magici panorami tramonti colori mozzafiato

    Invia il tuo commento
    Vota la frase:7.72 in 264 voti

    Disclaimer [leggi/nascondi]

    Guida alla scrittura dei commenti