Questo sito contribuisce alla audience di
Scritta da: Michele Magnoni
in Poesie (Poesie anonime)

Oblio di luce

Uscire al Sole
Dopo la notte passata nel suono
Pulsante di gioia e energia;
Luce che ti acceca,
La stanchezza ti assale improvvisa,
La testa diventa pesante,
Ti abbandoni sull'erba,
Tutto ciò che aveva mantenuto danzante
Il corpo e la mente fluisce
Attraverso la pelle e si ricongiunge alla terra.

Mentre gli occhi si chiudono,
Uno stanco sorriso al nuovo giorno
Si oppone all'inesorabile, lento avanzare della malinconia.
Composta martedì 5 giugno 2012
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: realtà
    in Poesie (Poesie anonime)

    La via del destino

    È cosi semplice innamorarsi,
    e poi immensamente difficile rilasciarsi.
    un sì affrettato,
    un no non dimenticato.
    una decisione poco pensata,
    e della vita, buon parte, avrai dedicata.
    tra un sì, per poco,
    e di una vita prendersi gioco.
    o di un no, per sempre,
    e di una, possibilità,
    ripensarci per sempre,
    la decisione del meglio,
    ogniuno per se sceglie,
    ciò che e'stato,
    fu da noi ingravato,
    nella pietra del passato.
    ciò che sarà
    mai si troverà
    ne su una pietra ingravato,
    ne su una tela disegnato.
    dipende da me,
    dipende da te.
    rifletti bene,
    per ogni decisione,
    e la via del destino,
    come un lungo sentiero
    a te si rivelerà
    e per chi la propria strada seguirà
    il sentiero del destino,
    mai perderà.
    Composta domenica 3 giugno 2012
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Dansalvarea
      in Poesie (Poesie anonime)

      Fogli e tele d'amore

      Ogni riga scura sbiadisce
      e nell'attimo della vita comprendi,
      ogni foglio è puro
      e la tua penna scivola con quella emozione
      da ascoltare, da seguire.
      Ora d'amore so sentire,
      la voce scuote perché mi vuole,
      il cuore non s'arrende
      ha bisogno della mia passione.
      Ascolta questa anima ribelle,
      felice negli occhi di un
      dolce desiderio,
      dipingi i miei baci
      su tela d'autore,
      che si nutrano di colori,
      infinita conoscenza
      di carezze.
      Composta giovedì 31 maggio 2012
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Dansalvarea
        in Poesie (Poesie anonime)

        L'anima delle stagioni

        Raccolgo foglie in disuso,
        nel colore smunto dell'inverno
        il gelido sapore di ghiaccio,
        sintomi freddi di un ricordo
        che si fa dimenticare.

        Tra le pietre ancora
        dolce torpore d'autunno
        ora in letargo,
        che attende proteggendo
        un suo spazio
        dolce e nostalgico.

        Dietro l'angolo estate fresca
        d'aria leggera, calda,
        nei suoi sandali
        sabbia ed allegria,
        musica e fantasia.

        Ma qui tra le mie dita
        adesso è dolce primavera,
        timidi colori che d'immenso
        sanno infiammare il cuore,
        seguo il suo volere per
        adorar l'amore,
        se d'illusione devo leggere
        e sognare,
        non v'è altro cibo che le sue parole.
        Composta giovedì 31 maggio 2012
        Vota la poesia: Commenta