Virgilio

Costellazione

Io sono sotto il segno della costellazione d'autunno
e perciò amo i frutti e detesto i fiori
i baci che do li rimpiango uno per uno
noce bacchiato che dice al vento i suoi dolori

mio eterno autunno mia stagione mentale
mani d'antichi amanti costellano il tuo suolo
una sposa mi segue è la mia ombra fatale
le colombe stasera spiccano l'ultimo volo.
Wilhelm (Guillaume) Apollinaire de Kostrowitsky
Vota la poesia: Commenta

    Verso sud

    Zenit
    Tutti quei rimpianti
    Quei giardini sconfinati
    Dove modula il rospo un tenero grido d'azzurro
    La cerva del silenzio sperduto rapida passa
    Un usignolo straziato dall'amore canta sul
    Tuo corpo giardino di rose che ho colto
    I nostri cuori pendono uniti dallo stesso melograno
    E i fiori di granato nei nostri sguardi schiusi
    Cadendo poco a poco hanno coperto il sentiero.
    Wilhelm (Guillaume) Apollinaire de Kostrowitsky
    Vota la poesia: Commenta

      La ciocca ritrovata

      Lui ritrova nella memoria
      La ciocca di lei castana
      Non par vero ma ti ricordi
      Dei nostri due destini stanchi
      Di boulevard de la Chapelle
      Del bel Montmartre e di Auteuil
      Me lo ricordo mormora lei
      Il giorno che ho passato la tua soglia
      Vi cadde come un autunno
      La ciocca del mio ricordo
      E la sorte di noi che ti stupisce
      Si sposa al giorno che finisce.
      Wilhelm (Guillaume) Apollinaire de Kostrowitsky
      Vota la poesia: Commenta

        Ricognizione

        Guillaume ApollinaireAl limite dell'orizzonte impallidisce
        Una sola crepuscolare betulla
        Dove fugge la misura angolare
        Dal cuore all'anima alla ragione

        L'azzurro galoppo dei ricordi lontani
        Traversa i lillà degli occhi

        E i cannoni dell'indolenza
        I miei sogni sparano verso
        i.
        Wilhelm (Guillaume) Apollinaire de Kostrowitsky
        Vota la poesia: Commenta