Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: Valeria

Il giorno dopo il dolore

Ho imparato a mentire,
tessere trame di vite fasulle,
cucire ragnatele di fragili scuse.
Spesso lo richiede la vita
per sopravvivere.
Ma ho avuto buoni maestri:
i miei quasi amori,
insegnanti di un tempo strappato,
capaci solo di respirarti l'anima,
incapaci di sciogliere
quel vuoto denso
che ho dentro.
Ed ogni volta che se ne vanno
lasciano un cuore da rammendare,
un letto i cui cuscini fanno male,
una vita cambiata in pianto
che abita un mondo cieco.
Chissà se è possibile cogliere un fiore
il giorno dopo il dolore.
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Valeria

    Un'onda...

    Raccogli nei giardini dell'anima
    dove non sempre sbocciano fiori.
    Spesso incontri deserti e aridità;
    ti scontri in nubi di lunghe piogge,
    ma non ti fermi.
    Sei sprofondata nei miei densi silenzi
    e caparbiamente hai sempre nuotato
    per farli parlare
    anche quando soffrivano di
    un raro amore amaro.
    Disinfetti la mia durezza
    nel tempo acido che suda
    amore e sangue.
    Vivo al margine
    ma tu sai camminarmi a fianco,
    senza vertigini,
    sull'orlo del vuoto,
    anche quando diventa coscienza irrespirabile.
    Mi tieni la mano e
    insieme vediamo il centro.
    Ed è questa la nostra amicizia,
    mentre diveniamo splendide perle
    quando il pianto muta in riso:
    guardiamo in sogni diversi
    ma con il medesimo sguardo.
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Valeria

      Rendimi libera

      Vorrei arrotolare i margini del tempo
      e riavere quei giorni
      colorati di parole,
      sfumati di pazienti segreti
      scivolati via dalle nostre vite,
      nell'unico luogo in cui esse potevano incontrarsi,
      quando non sapevamo nemmeno cosa volesse dire toccarsi.
      Vorrei lasciare l'abbraccio di questo desiderio,
      e liberarmi dalla tagliola della sua morsa di ferro
      che mi tiene prigioniera di questo sentire.
      Vorrei fuggire da questo sogno,
      perdere questa ombra
      e volare libera sopra le stelle,
      oltre il mare della tua indecisione
      per non venire travolta
      dall'onda della tua noia.
      Non ti voglio più nella mia vita.
      Non ti voglio più in alcun posto.
      Liberami di te.
      Rendimi la mia libertà!
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Valeria

        Sognatrice per una notte

        Mi chiami sognatrice per una notte
        e ti ascolto.
        Sogno un angelo
        che con una carezza cancelli
        il mondo,
        sogno ancora solo quell'aeroporto.
        Ti ascolto ancora
        ma senza parlare
        e penso sia finzione
        io e te,
        tu con me.
        Io fragile
        ma mai così bella
        con un sorriso di perla.
        Non desidero sapere niente di te
        ma voglio sognare il presente
        per farlo diamante
        e farti mio per questo attimo
        che sarà per sempre;
        cancellare il tuo dentro
        e disegnarlo di nuovo
        con il mio colore.
        Domani troverò uno spazio
        da riempire con
        questo sogno!
        Vota la poesia: Commenta