Questo sito contribuisce alla audience di

Azzurro e rosa

Azzurro e rosa
il cielo ancora
cambiar non osa,
nel suo tramonto
mutar sembianze.
Se in queste stanze
il pensiero fugge
con le sue danze,
dal sogno preso,
non è di peso
quel sentimento
di rosa acceso.
L'azzurro fugge,
non è conteso,
non ha una meta
ma un solo arrivo,
d'argento vivo,
di mite attesa,
di gioia presa
che spegne il giorno
e si riposa:
l'azzurro e il rosa.
Vota la poesia: Commenta

    Mattini

    Dolci albe disegnate
    giù nel fosso abbandonate.
    Dolci passi inaspettati,
    non voluti, ma cercati.
    Dolci nuvole formate
    tra le zolle non arate.
    Son mattini incominciati,
    nel futuro proiettati
    di un momento inesistente,
    costruito dalla mente,
    di chi vuole,
    di chi spera,
    che non giunga mai la sera,
    per fermare l'emozione
    come un treno alla stazione,
    che non parte
    che non giunge,
    se non cambia direzione.
    Vota la poesia: Commenta

      Davanti al fuoco

      Sapienze, racconti,
      scivolati per gioco
      di pensieri ambulanti
      davanti a quel fuoco.
      Riscalda, travolge
      ma nulla si scorge
      agli occhi puntati
      ma un poco assonnati.
      Non vede, non sente
      quel vortice acceso
      che certo non mente
      e nel nulla è sospeso.
      Non resta, non tinge
      e nel dubbio dipinge
      una pace apparente,
      l'abbaglio cocente
      creato per gioco
      davanti a quel fuoco.
      Vota la poesia: Commenta