Poesie di Susan Randall

Libera professionista, nato a roma (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Racconti, in Frasi per ogni occasione e in Diario.

Scritta da: Susan

Attimi

Attimi,
attimi di un sogno
triste l'inganno,
nell'anima viva,
e guardo il cielo
speranza di sogni,
perse in
illusorie speranze
calda è la lacrima che
accarezza il volto,
azzurro il cielo,
nascosto,
nuvole nere prepotenti
si fanno spazio,
nell'azzurro del cielo,
frammenti, frammenti
d'eterno da costruire
in un attimo di un sogno,
triste è l'inganno,
ma tanto pur triste la vita...
cosa ne resta di illusorie speranze?
qualcuno ancora... arriverà
qualcuno ancora da pensare,
qualcuno ancora da
attendere ed amare.!
Susan Randall
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Susan

    Anima senza maschera

    E quante maschere ancora dovrò
    incontrare in questa vita.
    e quante maschere ancora dovrò
    io indossare mi chiedo,
    e poi guardo,
    penso la vita è solo una maschera
    che indossi,
    ed ogni giorno noi alziamo quel
    sipario che è vita
    così facendo ne prendiamo la maschera,
    che sia del sorriso o che
    sia della lacrima...
    e guardando cosi,
    con gli occhi di una
    maschera che li davanti a te,
    ed è
    così che il teatro inizia,
    e così la vita và!
    una vita di maschere,
    una vita falsa
    per cosa?
    per cosa mi chiedo?
    non ho risposte solo domande
    e domande senza risposte
    ed il giorno passa
    e la notte arriva silenziosa
    si chiude il sipario del giorno
    si apre la notte dove le maschere
    restano nel teatro della vita
    dove nella notte io sono,
    già chi sono?
    Una anima in pena,
    una semplice anima senza
    maschera!
    Susan Randall
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Susan

      Lasciami sognare

      Lasciami sognare tutto quello
      che sarebbe potuto essere.
      lascia che io chiuda i miei occhi
      e fingere che mi hai amata lasciami
      ancora sognare di tutto quello che
      sarebbe potuto
      ma non è stato
      lasciami sognare ancora un po'
      prima che io mi dimentichi di te,
      del tuo volto che ho tanto amato,
      e lascia che io sogni ancora di te
      prima che io dimentichi i tuoi baci
      e ti prego lascia che io sogni ancora te
      solo un attimo,
      che possa rimanere dentro l'anima il ricordo
      di te
      che si allontana ogni giorno di più
      come un sogno svanendo al
      risveglio dell'alba lasciami sognare
      ancora solo un attimo mentre
      vado via!
      Susan Randall
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Susan

        Quando ero bambina

        Quando ero bambina
        ascoltavo i grandi parlare
        di domani
        non capivo perché
        parlassero e progettassero
        sempre il domani.
        quando il giorno davanti
        ancora era da venire.
        adesso che son grande
        capisco quello che
        non capivo allora,
        che la chiave era
        non pensare al domani
        che domani distrae l'oggi
        e non fà altro che disturbare un
        futuro che non esiste ancora
        lasciandosi sfuggire il momento
        del presente.
        Susan Randall
        Vota la poesia: Commenta
          Questo sito contribuisce alla audience di