Scritta da: Stefano Medel

Povero essere

L'uomo non è che
Un povero essere,
gettato allo sbaraglio dalla sorte,
schiacciato dagli eventi,
oppresso,
da una società,
cieca e stupida,
piena di luoghi comuni,
di sciocchezze,
e regole false e ipocrite;
manipolato dalle mode
e le tendenze,
di chi vuole solo,
indurti,
a comprare cose inutili;
un povero essere,
sbattuto dagli eventi.
Stefano Medel
Composta sabato 19 luglio 2014
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Stefano Medel

    Siamo nelle mani del destino

    Siamo nelle mani del destino,
    che ci conduce per sentieri
    segreti,
    che ci fa girare,
    come una giostra
    e tante trottole all'impazzata;
    e nessuno sa mai,
    cosa sarà domani,
    e dove saremo,
    tra un attimo;
    siamo spinti dalla sorte,
    verso il nostro destino;
    tutto può succedere,
    tutto può avvenire,
    sino alla fine.
    Stefano Medel
    Composta sabato 19 luglio 2014
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Stefano Medel

      sfumature

      Camminare nel mondo,
      e vivere ancora,
      è passato tanto tempo,
      e non essere mai contento;
      tra male e bene,
      cose positive e negative,
      che si contrastano,
      e si danno battaglia;
      al male segue poi il bene,
      e la vita è così;
      il bene esiste,
      come forza reale,
      ma quanta strada,
      per trovarlo;
      per notarlo,
      per coglierlo;
      sfumature,
      che bisogna non perdere;
      male e bene.
      Stefano Medel
      Composta venerdì 18 luglio 2014
      Vota la poesia: Commenta
        Questo sito contribuisce alla audience di