Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: Stefano Medel

Il pericolo della libertà

La gente è squallida e meschina,
e odia la libertà degli altri,
più della propria schiavitù;
non tanto le eccentricità,
o le stranezze,
ma quello che rappresenti,
la libertà;
e non andare adire, che sei libero,
perché allora,
tutti gli imbecilli di paese,
cercheranno,
di fregarti,
e di metterti il bastone tra
le ruote,
per passivismo,
stupidità,
spirito di gruppo,
pochezza d'animo;
meno male,
che non sono,
tutti così.
Composta martedì 17 marzo 2015
Vota la poesia: Commenta