Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: Stefano Medel

Non torneranno mai

Mia cara,
tu non ci pensi,
non lo sai,
tu sei forte,
sei giovane,
ma per me,
il tempo passa,
tra acciacchi
e la vecchiaia imminente,
che sta dietro l'angolo,
cogli acciacchi,
i disturbi,
e sentirsi più vecchi e deboli,
tu non lo sai,
tu conosci solo,
la tua giovinezza,
come ti invidio,
poter ricominciare,
poter riavvolgere tutto,
ma tante cose,
non torneranno mai.
Composta lunedì 2 gennaio 2017
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Stefano Medel

    Dopo la festa

    Dopo la festa
    Dopo la festa,
    gli occhi stanchi,
    di nuovo albeggia,
    silenzio in città,
    poi si ricomincia,
    la solita vita,
    le solite cose,
    gli alberi pavesati,
    e i festoni,
    ricordano
    il natale appena passato,
    malinconia
    per il dopo,
    bisognerebbe essere buoni,
    essere civili,
    rispettarsi,
    questo sarebbe sempre natale,
    invece,
    siamo chiusi,
    nei nostri piccoli
    lerci angoli
    di privacy,
    uno contro l'altro.
    Composta giovedì 29 dicembre 2016
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Stefano Medel

      Vai via da qui

      Vado via
      vado via,
      una parola solo un a parola,
      ed io cosa posso dire,
      niente,
      cosa vuoi che dica,
      rimango qua da solo,
      la giornata non
      mi passerà più,
      vado via,
      e mi lasci solo,
      sperduto,
      prono,
      senza niente,
      senza te,
      ed io cosa farò,
      giornata interminabile,
      che non passerà mai,
      vai via,
      mi lasci qui,
      qui.
      Vai via.
      Composta giovedì 22 dicembre 2016
      Vota la poesia: Commenta