Scritta da: Stefano Medel

Vado a cercare la mia libertà

Vado via,
cammino per la mia strada,
tra facce straniere,
tra chi mi vuol male;
scrollo le spalle,
penso solo alla mia vita,
le mie cose,
e ho tempo, solo per me;
alzo le spalle sulle parole,
sulle opinioni,
vado via,
a cercare ancora,
la mia libertà;
in mezzo a questo paese
fetente,
tra l'idiozia
e i luoghi comuni,
tra la pochezza,
e lo squallore;
vado a cercare libertà,
per me,
da tutto questo,
e me infischio;
libertà,
libertà.
Stefano Medel
Composta domenica 15 settembre 2013
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Stefano Medel

    Settembre

    Bambino della vicina,
    gioca facendo chiasso,
    parlando a volte forte;
    tra poco comincia la scuola,
    tutto ricomincia a settembre;
    mese di transizione,
    una via di mezzo,
    tra l'estate e l'autunno,
    le giornate,
    si fanno corte,
    soffia il vento freddlino,
    che alza polvere e sbatte le foglie
    caduche;
    l'arrivederci dell'estate.
    Stefano Medel
    Composta sabato 14 settembre 2013
    Vota la poesia: Commenta
      Questo sito contribuisce alla audience di