Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: Stefano Medel

Se un giorno tu non mi amassi più

Se un giorno tu non mi amassi più
non so che farei, dove andrei,
non posso neanche pensarci,
e spero di rimanere con te,
per gli anni che mi restano,
voglio condividere
la mia vita con te,
mi trovo bene,
e sono tante le cose in comune,
spero di stare con te,
ancora a lungo,
e che non mi lascerai,
così spero,
non posso più fare a meno di te,
sei diventata,
un punto fisso,
un riferimento,
un salvagente,
un riparo.
Non lasciarmi.
Composta martedì 6 settembre 2016
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Stefano Medel

    l'ultima estate

    L'ultima estate
    Fa ancora caldo anche
    Se siamo in settembre,
    l'estate non vuol morire,
    finire è sempre più difficile che cominciare,
    le giornate ancora non sono brevi,
    e di foglie secche
    ce ne sono poche,
    poi verranno,
    e ci sarà il vento
    e le piogge,
    che ancora non si vedono;
    tutto passa,
    anche l'estate,
    e un altro anno,
    tutto corre,
    e noi non ci pensiamo,
    ma siamo in viaggio,
    in cammino,
    mentre il mondo cambia,
    cambia.
    Composta mercoledì 7 settembre 2016
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Stefano Medel

      Burattino senza fili

      Ci fanno credere di chiedere,
      quello che in realtà ci impongono,
      e se ti ribelli,
      non vivi più,
      tutti ti gettano fango addosso,
      e si accaniscono;
      società di pinguini
      e gallinacci da cortile,
      tutti uguali,
      in batteria,
      così ci vuole il sistema,
      senza vera libertà,
      senza cervello,
      in balia delle onde, e delle mode,
      dei luoghi comuni
      e dei pregiudizi;
      burattini,
      tanti burattini senza fili.
      Composta sabato 3 settembre 2016
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Stefano Medel

        Stagioni

        Anche stavolta
        La bella stagione è alla fine,
        un ciclo che si conclude,
        un anno che va,
        e i mesi sono volati;
        poi le giornate si faranno brevi,
        e le serate più fredde,
        e poi verranno le foglie caduche,
        e le castagne,
        e sarà autunno;
        il tempo vola,
        cogli anni e la gioventù
        passa in fretta,
        come le stagioni.
        Composta giovedì 1 settembre 2016
        Vota la poesia: Commenta