Questo sito contribuisce alla audience di

Le migliori poesie di Silvana Stremiz

Nato martedì 12 luglio 1960 a Port Arthur (Canada)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Racconti e in Frasi per ogni occasione.

Scritta da: Silvana Stremiz

Ti Porterei Fra Le Nuvole...

Se avessi in dono
"il potere"
ti coccolerei all'infinito
fino a "restituirti" bambina
a quel mondo innocente
fatto di giochi e fantasie,
con quel sorriso furbo
di chi ha le porte del mondo
spalancate davanti a sé.
A quei giorni felici
mentre mescolavi la fantasia
e chiamavi mamma,
mentre rincorrevi il papà.
Ti riempierei le tasche di sogni
cancellando la realtà.
Ti stringerei a me all'infinito
per ritrovarmi in quel dolci abbracci
del passato dove tutto doveva
ancora magicamente dipingersi.

Se avessi il dono trasformerei
in diamanti quelle lacrime
che ti scavano l'anima,
che ti fanno sentire piccola
mentre sei "Davvero Grande".
Ti porterei fra le nuvole
ad accarezzare quel soffice sogno
che è tornare bambina,
e ripartire da zero
fra Barbie e peluche.
Invece non posso,
posso solo stringerti
forte a me oggi, guardarti
piangere o trattenere le lacrime
spaccando con amore e rabbia
quella disperazione che ti avvolge
finché il sogno di domani
ti abbraccerà.
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Silvana Stremiz

    Non ti fermare...

    Mentre dolcemente le disegni le spalle,
    scendi sui seni e continui mentre si tende.

    La guardi, ti guarda
    e accecata dal brivido
    quasi non ti vede.
    I suoi occhi ti guardano
    dietro la cortina
    delle ciglia semichiuse,
    ti fermi un attimo e le tue labbra
    si posano appena sulle sue,
    che si aprono inconsapevolmente
    lasciandoti dolcemente il modo di entrare.

    Le tue mani la ripercorrono,
    scendono sui fianchi e lentamente
    sempre più lentamente
    scoprono le sue curve
    posandosi teneramente.

    La schiena si inarca,
    una rosa si posa fra i suoi seni.

    Baci la fanno tremare
    mentre dalle sue labbra
    esce quasi come invocazione:
    non ti fermare...
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Silvana Stremiz

      Forse... Sicuramente

      Forse... Sicuramente
      Mentre piego il passato
      e a fatica anche i ricordi,
      metto via il sorriso
      spento dagli eventi.
      Aspetto di essere trattenuta
      da motivi e desideri, da parole
      o da un semplice gesto.

      Qualcosa che mi dia una ragione
      per non chiudere la porta
      e fermarmi ancora un po'.
      Per non andarmene così
      senza neppure un addio.

      Per non seppellire momenti
      frazioni ed emozioni di noi,
      di un "noi" svanito, inventato
      o forse semplicemente sognato

      Forse... sicuramente
      Cerco di comprendere il perché
      ma una ragione non c'è
      se non io, quello spietato "io"
      che alberga in te.

      A volte basta un gesto sai?
      Una parola banale
      per non uccidere un'anima,
      per trattenere chi "ami"
      e dare respiro al cuore.
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Silvana Stremiz

        Ho paura... non ho paura

        Non temo la morte
        perché il nulla è.
        Ma temo di non aver tempo sufficiente
        per dire e fare ciò che andrebbe fatto.
        Temo di perdere le forze
        la capacità e la dignità
        di un vita normale.
        Temo la solitudine di una malattia,
        non tanto il dolore o l'agonia.
        Temo le cose lasciate a metà,
        quelle che avrei potuto o dovuto dire.
        Non temo il passare degli anni,
        forse quello dei suoi segni.
        Non quelle delle rughe o dei capelli bianchi.
        Ma il perdere la ragione e il sentimento,
        perdere i ricordi e la memoria nel tempo.
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: Silvana Stremiz

          Vorrei Trovarti

          Vorrei trovarti per non lasciarti andare
          vestire di calore i miei freddi momenti
          Sciogliere il ghiaccio di questa lunga attesa.

          Vorrei insieme arrivare al tramonto
          a quella linea che confina con l'orizzonte
          dove l'universo ci accoglierà come delle stelle

          Dove tutto inizia e nulla ha fine
          dove noi facciamo l'immenso
          dove l'immenso siamo noi.

          Vorrei trovarti per trovare me
          per non perdermi nel vuoto
          nella incompletezza, della quotidianità

          Vorrei trovare te per ritrovarmi
          per sentire la vita scorrere
          per sentirmi viva dentro di te...
          Vota la poesia: Commenta