Questo sito contribuisce alla audience di

Il mio cuore vuoto

E vuoto il cuore mio sfoglia delicato le pagine del sogno
ha rivisto quello in cui un gatto nero dormiva
era per l'addome mio poi sul corpo fioriva
che nell'anima mia un ragazzo si assopiva
della malinconia di non esser davvero io
che del suo arrivo nuotai verso riva a modo mio
contro onde di uso, costume ed abitudine
che poi vidi il sole per poco per la sua altitudine
l'ho sempre desiderato essere un ragazzo...
l'ho sempre sognato. L'ho sempre saputo di esserlo.
Il corpo è come il chon. Ho dovuto imparare a condividerci.
Composta sabato 5 settembre 2015
Vota la poesia: Commenta

    Elisa Maza

    Non so cosa scriverti nella poesia
    sei talmente in profondità dei miei pensieri
    che non sei ne un ieri ne un oggi ne un domani
    ma un velo trasparente sulla pelle mia
    che al mio risveglio va via
    come una piuma sul sospiro di malinconia
    e tra le mani la follia vestita di anima pia
    un bocciolo di rosa non mia colorata frenesia
    non so cosa scriverti nella poesia
    ed il tempo passa ed io nei soliti vestiti
    dietro me l'ombra di papà
    non è bellezza ai tuoi occhi
    ma è il frutto del sogno
    tu sei custode del mio sogno
    delle mie fragilità
    tu sei l'angelo della mia intimità
    arriva la riva in rima
    arriva la rima in riva
    al mare, dolcissimo mio aspettare
    come la riva in rima non riva le in rima
    mi sono lasciata ispirare dal fruscio
    con le lacrime sull'uscio
    della arcata della stanza senza pareti e soffitto
    ora me ne stò fermo muto e zitto
    guardo il cielo le nuvole con la pancia all'aria e gli occhi verdi
    se ci credi non mi perdi ma sai che aspetto
    il vento sospira con qualche sospetto
    geloso goloso di affetto con un'aria sfiziosa
    ò luna faccia di rosa, riposati ò sposa
    bianca come la neve che osa
    biancheggiare il passaggio dei lupi e delle stagioni
    del tepore del camino del cuore e delle emozioni
    e ti amo quando la tua mano sfiora
    questi miei capelli castani
    ed adoro quando i tuoi sospiri lontani
    sono l'eco che tornano da un lungo viaggio
    di occhi che mi osservano sul tuo cuore
    alla ricerca delle parole più belle
    per vivere l'amore.
    Composta sabato 24 maggio 2014
    Vota la poesia: Commenta

      Fino alla fine

      Era l'aria
      Una gemma di contraddizione
      Ero una colonna portante
      Era l'aria fino alla fine
      L'ultimo respiro come un sospiro
      Di sollievo e consolazione
      La stessa che mi abbracciò in chiesa
      Era l'aria demoralizzata come me
      Ma calma e serena, ci abbracciammo
      Un ultima volta in un splendido "arrivederci"
      Era l'aria di chi mi ha visto fino alla morte
      Diventare una donna nonostante
      Ogni giorno che passava
      La vedevo tornare una fragile bambina
      Una bambola di porcellana
      Un fiore di loto sul lago dei cigni
      Quello stesso magnifico cigno
      Ogni giorno che passava
      M'innamoravo sempre più della sua innocenza
      E quando quel cuore si fermò
      Si arrestò anche la mia frigidezza
      Per andare nel viaggio che la cambiò per sempre
      Ed ecco che ho di nuovo nelle vene la poesia e la filosofia
      Ed una guerra nelle mie arterie.
      Composta domenica 2 marzo 2014
      Vota la poesia: Commenta

        Disegno verità

        Disegno
        dipingo e vivo la giornata
        La verità niente altro che la verità
        È gridata nei disegni nello sguardo che fa
        Scintille per essere perfetto ed irriconoscibile
        Io ho un Io che è così
        enigmatico perfetto ed irriconoscibile
        agli occhi dell'uguale e dell'ovvio
        Mutando come il vento e le correnti
        Nelle vene di chi in direzione contraria ed ostinata
        Aveva già capito tutto dalla vita.
        Composta lunedì 2 settembre 2013
        Vota la poesia: Commenta