Poesie di Serena Cerullo

Studentessa, nato (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Umorismo, in Racconti, in Leggi di Murphy e in Frasi per ogni occasione.

Scritta da: Darkselenian

La metafisica delle schegge

Ingaggiamo piccole e grandi crociate contro il mondo.
Continuamente agiamo, ci muoviamo
e davvero poco riflettiamo
ma non ne abbiamo proprio tempo!
Nessuno non ci aspetterebbe!, e quindi corriamo
per un dove
inseguendo un qualcosa
spinti da un perché
partendo da chissà cosa.
Il presente non esiste e il passato non è di moda!
Viviamo nel futuro?
Quindi da nessuna parte,
e se partiamo da nessuna parte dove vogliamo arrivare?
Se ci muoviamo dal nulla a nessun posto alla fine restiamo fermi,
ma allora torniamo al punto di partenza!
Però il mondo così proprio non gira
e quella chimera che fatalisticamente invochiamo come la realtà non c'è
o più semplicemente non la vediamo come vorremmo
e ci siamo proprio in mezzo.
Il problema allora diventa:
viviamo nelle schegge della realtà o in una realtà scheggiata?

Si scelga il male minore.
Serena Cerullo
Composta mercoledì 5 maggio 2010
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Darkselenian

    Naufragar

    Poetico viaggiare è ondeggiare, cadere e risalire
    lieti di non aver un fine.
    Ed è poetico soffrire perché è un po' come morire,
    e poter galleggiare in quel triste mare senza rischiare di affogare.
    E navigo come un legno in balia dei flutti,
    senza mai poter fermare le lacrime
    che indolenti macchiano le pagine
    di questo mio spirito
    imperterrito e sciocco
    che infine si abbandona vilmente
    e precipita sempre più lentamente
    in quel triste mare buio preludio d'oblio.
    Serena Cerullo
    Composta martedì 16 febbraio 2010
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Darkselenian

      Solitudo

      Come obelischi di solitudine
      proiettati verso un cielo vuoto.
      Come gabbiani scampati a una tempesta
      La meta è ormai perduta e poco c'importa.
      Vuoto e avvizzito è il nostro animo
      e con esso languono Speranza e Amore.
      Esuli in questo deserto (da noi stessi voluto)
      arsi dal cocente astro
      come torri solitarie
      godiamo della compagnia della nostra sola ombra
      che indifferente ci assisterà fino alla nostra caduta.
      Serena Cerullo
      Composta lunedì 18 gennaio 2010
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Darkselenian

        Dove gli aerei volano basso

        Ho visto un posto dove gli aerei volano basso
        e i bambini non hanno sogni
        Ho visto e non avrei voluto vedere
        perché ai miei occhi di bambina
        è apparso il più squallido dei mondi.
        Ho visto e non potrò dimenticare,
        i miei occhi non sono più ottenebrati dall'innocenza infantile
        ma portano le lenti troppo nitide della realtà.
        Serena Cerullo
        Composta martedì 3 novembre 2009
        Vota la poesia: Commenta
          Questo sito contribuisce alla audience di