Questo sito contribuisce alla audience di

Nell'abisso marino

Oggi
non guarderò le stelle
che brillano nel cielo,
mi tufferò nel mare
scenderò fino all'abisso
per annegar il mio dolor.

Come una sirena
tutta la notte
nella profondità
del mare
il suo silenzio
dentro me
io porterò.

Prendimi...
prendimi per sempre
oh mare
fammi scordar
il mio dolore.

Prendi
le mie lacrime amare
e lontano da me
lasciale nuotare
fino a quando
più non le vedrò.

Lascia entrare
la tua pace
nel mio cuore
lascia che prenda
il posto del dolore.

Tienimi con te
nel tuo letto
ricoperto di coralli
le mille stelle rosso fuoco
mi scalderanno il cuor.

I corallini
mi danno il benvenuto
e danzano con me,
riportando la gioia
nel mio cuore.

Oh mare
ora sono tua...
grazie
ora sono tua
tua per sempre...
Vota la poesia: Commenta

    Triste calamaio

    Fioca luce in fondo
    sciarada di ricordi
    alternante ai miei singhiozzi
    un sorriso regalato
    per velare quel dolore
    ancora vivo.
    Al lume di candela in agonia
    l'ombra appena sfiora
    del triste calamaio
    che implora
    d'intinger quella piuma
    per scriver un poema.
    Ma il cuore mio
    ispirazion non trova
    con l'anima
    dal silenzio divorata
    per un amor
    che grande amor parea.
    Forte batteva
    dentro il petto
    quel muscolo
    che creder non osava
    un'emozione vera
    ma con timor ogni dì
    ascendeva.
    Ma illuder più non posso
    un'anima che baci, sogni e vita
    invano lusingava.
    Farfalla più non batte
    reticente tace il cuore,
    gli occhi atoni
    copiose lacrime
    han versato
    per il timor d'amare
    e ancor soffrire.
    Vota la poesia: Commenta

      Fragile

      Fragile,
      lentamente s'apre
      a sensazioni,
      gioia e timore,
      silenzio e gelo.

      In un momento
      si stringe e si riapre,
      nuove sensazioni.

      Basta una parola,
      basta un gesto,
      un solo errore
      non voluto,
      non pensato,
      ed ecco
      il dolore
      si riaccende.

      E una tormenta
      si produce dentro,
      come un fuoco
      che spegnere non puoi.

      Ti consuma
      a poco a poco,
      come una goccia
      che nella notte cade,
      toc, toc, toc, toc,
      goccia dopo goccia,
      irrompe nel silenzio
      del tuo cuore.

      Non sai cosa provare,
      e non vuoi più soffrire,
      il dubbio atroce
      appare e poi scompare...

      Poi riappare...
      e tu non puoi finire
      anche se fa soffrire
      lo cerchi
      nell'aria che respiri,
      nel calore del sole,
      nel profumo di un fiore!

      E ti manca il respiro,
      e ti manca il tepore
      di quel bacio donato,
      di quel bacio sognato.
      Vota la poesia: Commenta

        Sarò sempre con te

        Tu ora non lo sai
        ma io sarò...

        l'aria che ti rinfrescherà
        e il vento che ti spettinerà

        l'acqua che ti disseterà
        il tepore che ti riscalderà.

        Sarò la margherita sul prato
        e in un bacio regalato

        e nel gioco d'un gattino
        o nel sorriso d'un bambino.

        Sarò nel tuo respiro
        e pure nel sorriso

        dei tuoi occhi la luce
        nelle mani la tua pece.

        Sarò la gioia del tuo cuore
        ed il tuo grande amore.
        Vota la poesia: Commenta

          Nel tuo cuore

          Eccomi, mi senti?
          Sono accanto a te ora.
          Le mie mani
          sono sul tuo petto
          per lenire il dolore
          del tuo cuore.

          Sento il tuo cuore
          tra le dita,
          lo accarezzo dolcemente,
          ora è tranquillo,
          è come un bambino
          tra le braccia della mamma.

          Le mie mani
          accarezzano il tuo viso
          ti bacio teneramente
          sulle labbra
          e sei sorpreso
          della tenerezza nuova
          pura e piena d'amore.

          Le mie mani salgono
          le dita si nascondono
          dolcemente fra i capelli
          ti bacio con amore.

          Il bacio fa esplodere
          i nostri cuori
          ed essi si fondono
          diventano uno solo.

          I nostri corpi
          non esistono più
          solo un'immensa luce,
          l'esplosione di due cuori
          ora finalmente uniti.

          Il tuo amore per me
          il mio per te
          uniti insieme
          indissolubili.

          Niente e nessuno
          potrà più toccare
          il nostro cuore
          e fargli del male.

          Nessuna tristezza
          nessuna amarezza
          nessun rancore.

          La pace ha raggiunto
          i nostri cuori,
          sarà ora eterna,
          colma ogni mancanza
          lenisce ogni ferita
          lo rende forte
          davanti ad ogni cosa.

          D'ora in poi
          io e te
          siamo un'unica cosa.
          Sarò sempre con te
          tu sarai sempre con me.
          Vota la poesia: Commenta