Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: Santi Cicardo

odio

Agli aspiranti sodomiti del progresso
ai dotti masochisti del mercato della carne
rivolgo
il più solenne e imperituro
odio

per avermi trasformato
in un eccesso senza fine
per aver cancellato
dalla mie labbra ogni sgocciolio di latte materno
per avermi ingozzato d'ansia
e lasciato digiuno di speranze

a voi che tenete saldo
l'imbroglio delle verità
a voi che arate il campo del possesso
intesto
il lascito indissipabile del mio
odio

perché possiate crepare
in una festa senza musica
perché anche i diavoli
abbandonino il vostro capezzale
e nessuno ascolti
il vostro velenoso lamento

non ci sia serenità o travaglio
né maledizione o santità
nella vostra fine
ma l'eco perpetua
dell'ingenuità del mio
odio.
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Santi Cicardo

    Compleanno

    s'approssimava

    avevo un sogno
    un piccolo aeroplano
    dietro una vetrina scordata

    so che tu con me
    lo guardavi

    lo so perché i tuoi occhi
    acconsentivano
    spalancati
    alla mia meraviglia

    non fosti
    anche tu circondata da bambole?

    poi venne il giorno
    e già il fiocco
    lasciava presagire
    altro

    sorrisi
    non so bene a cosa
    perché volevo
    dovevo
    piangere

    come oggi
    con te immobile
    nella tracotanza
    delle mie pupille pallide
    ma ora come allora
    sono lacrime gelate
    e non cadono.
    Composta domenica 26 febbraio 2012
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Santi Cicardo

      25.12

      Spirano
      formule affilate
      cristalli ghiacciati
      che l'alitare dei sacri quadrupedi
      non squagliano

      s'abbattono
      insolenti gli auspici
      e velano di un manto pietroso
      l'antica meraviglia
      di scoprirsi innocui

      tumulata l'innocenza
      sotto cataste di parvenze
      si sostituisce al barbaglio siderale
      la raggelante intermittenza made in taiwan

      intanto si compie ogni destino
      e nonostante l'ora oscura
      tutto intorno
      s'addensa calda
      una soffice neve rossa.
      Composta venerdì 13 aprile 2012
      Vota la poesia: Commenta