Le migliori poesie di Salvatore Coppola

Nato a Agrigento (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Racconti, in Frasi per ogni occasione e in Proverbi.

Scritta da: Salvatore Coppola

La mia poesia

Fino a ieri
era la mia canzone,
le note di uno spartito
i tasti di un pianoforte
le corde tese di un violino.
Fino a ieri
tra le pagine di un libro,
leggevo le sue dolci parole
il loro intercalare libero
le piccole frasi di una poesia,
i sentimenti più puri
la sua nostalgia.
Ora tutto è cambiato.
Sono solo. Lei è sola;
siamo soli.
Non è più la mia canzone,
non è più la mia poesia.
Salvatore Coppola
Composta venerdì 17 giugno 2011
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Salvatore Coppola

    Se...

    Se con una parola riuscissi
    ad entrare nel tuo cuore...
    potrei dire di aver letto nella tua anima
    quanto grande per me sia il tuo amore.
    Se con una parola potessi entrare nei tuoi occhi...
    allora si! Avrei scoperto un mondo di colori.
    E se la luna si rispecchiasse in te...
    e i tuoi occhi ne rispecchiassero
    l'itensità di quell'azzurro...
    mi regaleresti quei sogni divenuti realtà.
    Salvatore Coppola
    Composta lunedì 23 agosto 2010
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Salvatore Coppola

      Silenzi disperati

      Ci sono silenzi
      asfissianti, annebbianti
      biforcanti, sopraffan... ti
      che inquietano le menti.
      Ci sono silenzi
      partoriti dal rancore
      silenzi devastanti
      vili e indifferenti.
      Ci sono silenzi
      falsati e provocati
      da odi o gelosie
      silenzi scoraggianti.
      Ci sono silenzi
      patiti, sottilmente calcolati
      silenzi progettati
      dannosi e frammentati.
      Ci sono silenzi
      che non sono silenzi
      silenzi disperati
      che confondono gli amori.
      Salvatore Coppola
      Composta mercoledì 4 maggio 2011
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Salvatore Coppola

        Un posto dentro il cuore

        Ho tanta voglia di lei
        ho voglia di amarla, gloriarla,
        tenerla su di un fulcro,
        luce di un'anima gentile.
        Ho voglia di sfiorarla
        carezzare i suoi sogni,
        vigilare i suoi pensieri.
        Ho voglia di addormentarmi
        nei suoi occhi scintillanti,
        proteggerla, viverla,
        offrirle la mia vita,
        è con lei viaggiare
        in un mondo di passione,
        vestirmi del suo sorriso.
        È quando il mio amore
        avrà raggiunto l'estremo,
        donerò a lei, la certezza
        di un posto dentro il cuore.
        Salvatore Coppola
        Composta lunedì 21 marzo 2011
        Vota la poesia: Commenta
          Questo sito contribuisce alla audience di