Poesie di Sabrina Bertocchi

Libero professionista, nato martedì 17 febbraio 1970 a Milano (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Racconti e in Frasi per ogni occasione.

Scritta da: piumarossa70

Fili e tamburo

Ci sono momenti dove
un'idea, una decisione sembra prendere il
sopravvento, e ti sembra che quel pensare
sia il migliore in mezzo ad un groviglio di
fili colorati,
ti sembra, già...
e poi ti chiedi e ti domandi, e poi non sai, e poi rimandi e
poi lo riprendi... e poi ti infastidisci, ti innervosisci e
ancora non sai e tutti quei fili colorati danzano ancora
più in cerchio, velocemente, quasi suonando tamburi...
stop!
Rewind!
Stop!
Sabrina Bertocchi
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: piumarossa70

    Osservare

    Soffermarsi su di una
    foglia...
    vederci dentro il respiro della terra,
    scoprire un pizzico di sole appoggiato,
    prenderla tra le dita e sentirne il battito,
    una foglia...
    così apparentemente inutile così uguale a tante
    altre eppure così diversa nella sua uguaglianza
    di altre mille foglie tremolanti di uno stesso ramo, di uno
    stesso albero...
    l'estensione di un tronco, il parlare, il carattere, la danza,
    il canto, l'umore, il colore, l'odore e altro e altro ancora...
    in una foglia...
    Sabrina Bertocchi
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: piumarossa70

      Mare bagnato...

      È che la pioggia mi piace
      è che però oggi è diversa
      è solo che sta sera è grigia,
      fredda, e che però i fiori così sembrano stanchi
      e i soliti passeri non sono sul ramo.
      È che si, si la pioggia mi piace
      è che ieri non era così
      è che il suono che sento è silenzioso
      da sentire solo gocce che sbattono,
      è solo per oggi, si lo so
      solo per oggi...
      è che se pioverà anche domani
      il sole però tornerà a parlare,
      è che domani, è che oggi, la pioggia
      bagna
      persino il mare...
      Sabrina Bertocchi
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: piumarossa70

        Scarpe bagnate

        Ci sono delle volte
        in cui un temporale
        inumidisce le tue giornate
        e non basta un ombrello colorato
        per camminare in mezzo alla pioggia,
        e pozzanghere e acqua continuano
        ad inzuppare le tue scarpe, le tue vecchie scarpe...
        poi una nuvola più chiara si
        fa spazio tra nubi colorate di metallo,
        ma la pioggia ancora cade
        e cerchi un riparo per il tuo viso e
        per le tue mani,
        e poi, e poi guardi il tuo ombrello
        è aperto e la pioggia ha lucidato i suoi colori,
        è bagnato si, ti ha in qualche modo riparato si,
        e mentre lo guardi ti accorgi che non è più sulla tua
        testa
        e che la pioggia non è altro
        che una vita per una nuova vita,
        e che il temporale con tutto il suo rumore
        vuole solo ricordarti
        che sei
        vivo.
        Sabrina Bertocchi
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: piumarossa70

          Solo una nuvola

          Ricordo ali di cigno
          e denti di giaguaro
          nelle stesse ali,
          un cavallo leggero
          in compagnia di
          un coniglio,
          un fiore dal lungo stelo
          aggrapparsi alla prua
          di una vecchia barca,
          e lunghi fili e trecce
          di capelli in una scia
          senza inizio,
          montagne sospese
          e grotte arcane,
          pesci e aquile
          volteggiare
          insieme,

          e un profilo e un volto
          enigmatico nella trasformazione
          di una foglia,
          e poi... una nuvola una semplice nuvola
          a raccontarmi di essere
          solo
          tale
          nella sua
          molteplice
          bellezza.
          Sabrina Bertocchi
          Vota la poesia: Commenta
            Questo sito contribuisce alla audience di