Poesie di Sabrina Bertocchi

Libero professionista, nato martedì 17 febbraio 1970 a Milano (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Racconti e in Frasi per ogni occasione.

Scritta da: piumarossa70

Noi...

E voglio un prato
come pavimento, e ciuffi d'erba come
tappeti,
una margherita e steli di foglie per abbellire
un benvenuto,
e briciole di pane da offrire
agli ospiti.
E voglio un cielo con la sua pioggia
per lavarmi l'anima e lo stesso cielo
con il suo sole
per lacrimare gli occhi,
e voglio la notte per parlare di
segreti delicati e
un grande sasso che voglio fare mio.
E voglio il volo di un insetto per
giocare,
e voglio una pozzanghera in terra per
specchiare me stessa,
un piccolo albero e uno grande per misurare
la mia crescita e per alzare gli occhi
e vedere dove posso arrivare.
E voglio correre o girare su me stessa
buttando via scarpe non adatte,
a piedi nudi sicura di nessun taglio,
e voglio una foglia se mi facessi male,
e voglio un bruco da osservare e un passero
per una piuma.
E vorrei acqua di mare nelle mani
da poterti regalare,
e il volo di falchi in coppia per rimanere
in un silenzio tiepido di parole da fare uscire.
E voglio terra battuta e mulinelli di polvere quando
passa il vento,
e voglio
e voglio
solo tutto vero... e voglio te in noi a dissetarci
nelle mani
con la vita.
Sabrina Bertocchi
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: piumarossa70

    Io... così...

    E io che sono fragile come
    un fiocco di neve,
    flessibile come un filo d'erba,
    allegra e colorata come una coccinella e
    cupa come un corvo,
    e ancora asciutta e secca come un ramo
    da molto spezzato,
    rigida come la temperatura in inverno,
    noiosa come l'acqua stagnante e imprevedibile
    come il temporale,
    rumorosa come il tuono e silenziosa come una
    falena,
    e ancora io che vedo lontano come un falco e
    sempre io che sono cieca come una morbida talpa,
    veloce come una rondine felice e lenta come una
    lumaca addormentata,
    nervosa come un cavallo libero
    e calma come una notte d'autunno,
    curiosa come un fungo appena spuntato e
    indifferente come il nulla,
    e sempre io che scrivo perché non
    so parlare...
    Sabrina Bertocchi
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: piumarossa70
      Strade già segnate
      da un cammino, da dei cammini
      incrociati, persi, divisi, ritrovati e ancora persi, finti
      e legati nello stesso tempo...
      strade da sentirti tue con segnali manifesti
      e strade da cambiare direzione
      volendo,
      amando,
      con l'indifferenza che non c'è,
      con la rabbia guarita,
      con lo stupore e l'aggrapparsi
      ad antiche emozioni,
      che non ci sono,
      che fanno finta,
      che ti fanno capire
      che ogni
      uomo
      può ritornare
      a diventare
      oltre
      si oltre
      l'essere libero.
      Sabrina Bertocchi
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: piumarossa70

        Come un pettirosso

        Ci sono cose che vieni a sapere, dopo 20, 30 anni,
        quelle stesse cose che ti portavano pensieri di rabbia, di malinconia,
        di tristezza, di di... di tutto ciò che prevalentemente brillava di nero,
        di scuro, di opaco...
        quelle stesse domande che si trasformavano in gesti, in parole, in
        pianto, in pugni chiusi...
        cose e cose da scoprire con gli anni, con il tempo, con i passi, con le
        unghie arrampicate a un muro, con gli specchi da scalare, con quel
        sorriso abbozzato dentro e con quella consapevolezza ancora
        acerba e matura insieme...
        cammini per20,30 anni e impari e ti scopri... hai solo una
        domanda, la stessa che credi non avrà mai una risposta, dici non
        ti importa... menti!
        E nel punto più alto del tuo mentire, all'apice del tuo nascondere,
        così senza chiedere, senza domanda... quella risposta arriva, così
        come non te la saresti mai immaginata e come davvero non sapevi,
        e rimani così con le parole che non hai e che vorresti... e rimani così.
        Così più piccola di prima con l'impressione di liberare finalmente
        un pettirosso nell'aria...
        Sabrina Bertocchi
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: piumarossa70

          Solo per una rosa blu

          Ti dedico un volo
          quello che è già aperto...
          e quello che vorrei fare...
          e quello non di un migratore, senza la ricerca della
          giusta stagione.
          Ti dedico un volo
          senza un fisso orizzonte, ma mille e oltre
          orizzonti... e terre per riposare...
          ti dedico un volo, quello di ali libere
          ovunque nella loro
          sincronia.
          Sabrina Bertocchi
          Vota la poesia: Commenta
            Questo sito contribuisce alla audience di