Scritta da: Rosanna Tafanelli

Il cerchio della vita

Quando sarò tornata
dal mondo delle idee,
purificata dal trapasso
da una vita all'altra,
ugualmente mi riconoscerai.

Sarò nel battito di ciglia
d'occhi di un altro colore,
nell'atteggiarsi lento
di un nuovo incedere,
nella fremente stretta di un abbraccio.

Cadrà tutto il rimpianto
della felicità perduta,
allo scoccare
del mio sguardo nel tuo,
frantumando l'aria in gocce di luce.

Benediremo il Cielo
per la sorte generosa,
che tra milioni di angeli in volo
mi fa cadere là
dove tu cadi alla fine del viaggio.

Poi, ricomposta l'unione
mai rassegnata a finire,
riprenderemo la via d'amore
interrotta solo per un attimo,
abbracciati nel cerchio della vita.
Rosanna Tafanelli
Composta venerdì 20 gennaio 2012
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Rosanna Tafanelli

    Mai distante

    Sento il tuo passo
    in ogni passo che mi si avvicina
    e vedo il tuo sorriso
    in ogni volto scorto tra la folla.
    È il tuo profumo
    ogni profumo che mi porta il vento
    e la tua voce
    è in ogni voce di un coro lontano,
    in ogni lampo
    che brilla in mille sguardi sconosciuti.
    Immanente pensiero
    che sottende ai pensieri d'ogni giorno,
    non sarai mai distante,
    ti porto sempre qui dentro di me.
    Rosanna Tafanelli
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Rosanna Tafanelli

      Il marinaio

      Sul volto, ogni segno è la strada
      che dai tuoi occhi porta ai miei.

      Il mare e il cielo, riflessi di colore,
      sono dentro, azzurri, tempestosi.

      Percorro ogni ruga, ogni solco
      a fatica, leggendo gli anni
      vergati profondamente nella carne.

      Quanti giorni tu ad osservare il mare,
      scrutando ogni nube, il sorriso sul viso,
      l'ansia nel cuore: se vado, tornerò?

      Quante notti io ad osservare il cielo
      scrutando il buio, il sorriso sul viso,
      l'ansia nel cuore: il mio amore tornerà?

      Ed amo ogni segno di te, ogni solco,
      se sono strade che portano ai tuoi occh.
      Rosanna Tafanelli
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Rosanna Tafanelli

        Abbraccio

        Amico, amore senza struggimenti,
        amico di musica, sorrisi e lacrime,
        di strade impervie e voli senza meta,
        cosa ti darò per ricolmare le tue mani
        e placare la tua sete?

        Posso portarti sale,
        che intrida le tue labbra di sapienza,
        posso portarti olio,
        che unga la tua fronte di sacro,
        posso portarti vino,
        che tinga le tue guance di letizia.

        Nella mutevole danza della vita,
        un giorno
        porterai anche tu per me
        sale, olio, vino
        e pane, a saziare la mia fame.

        E per sconfiggere il demone
        del vuoto
        ti porterò il mio cuore,
        che abbracci il tuo, quando si sente solo.
        Rosanna Tafanelli
        Composta domenica 12 febbraio 2012
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: Rosanna Tafanelli

          Fuoco

          Ascolto assorta: musica del fuoco,
          schiocca, scoppietta, frulla nel camino,
          e osservo sfavillanti le scintille
          divincolarsi dalle braci ardenti.

          Brilla il pensiero mio intensamente
          di parole splendenti e luce viva,
          guizzanti lampi illuminano i muri,
          fantasmi insonni parlano di te.

          Arde la fiamma e lingue incandescenti
          consumano la notte, poco a poco;
          ormai rischiara l'alba, io ti aspetto,
          l'attesa brucia immemore con me.
          Rosanna Tafanelli
          Vota la poesia: Commenta
            Questo sito contribuisce alla audience di