Scritta da: Silvana Stremiz

Peccati

Peccati
Voglio bruciare il tuo corpo,
in mille fiamme di peccati.

Voglio rubarti l'anima,
per dipingerla del nero
del più spinto peccato.

Voglio tatuare nella tua mente
disegni di piacere,
svuotare anfore di sensazioni,
cascate d'emozioni.

Voglio incidere la tua pelle
con labbra di fuoco,
profanare il tempio di Eva
con mille mele.

Per te, voglio costruire
un nuovo inferno
di infiniti gironi.

Ti voglio bendata,
svestita dalla vergogna,
posseduta dalla libertà,
scaldata dai soli peccati.

Voglio, voglio,
voglio illudermi
di essere cosi,
per non arrossire
mentre colgo
un fiore per te.
Roberto Perin
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Silvana Stremiz

    Sboccia in me

    Le mie orme guardano
    le tue incavate
    fra steli verdi
    e terra rossa.

    Vivo i tuoi passi legati
    dalle nostre mani,
    incatenati
    dai nostri sguardi.

    Con te
    divido il profumo
    di una viola,
    il raggio di sole
    che ci scalda,
    il cinguettio
    nascosto dai rami.

    Cerco nei miei pensieri
    immagini speculari,
    ma vedo solo arbusti
    secchi e tristi,
    rovi con frutti di dolore,
    spazi vuoti
    riempiti dal nulla,
    macchiati
    dal grigiore squallido.

    Brucio i rovi, gli arbusti,
    anniento il grigiore,
    riempio il nulla,
    con il tuo sguardo di felicità,
    con il tuo sorriso.

    Voglio un prato di serenità,
    che ti accolga come l'unico
    fiore del mio pensiero.

    Per te voglio pensieri nuovi.

    Sboccia in me...
    Roberto Perin
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Silvana Stremiz

      Colori di vita

      Colori di vita
      Soffi,
      piccoli soffi,
      sono i tuoi amici d'ogni ora,
      raggi, lucenti raggi,
      fra salto e salto,
      cercano per illuminarti,
      per darti la loro gioia.

      Ti vedo amata dal sole,
      adorata dal mondo.

      Ti guardo.

      La tua immagine,
      su fasci di luce,
      dipinge i miei occhi
      con i colori della vita,
      il tuo profumo
      mi veste d'eterno
      per portarti
      al ballo delle stelle.

      Leggo nei tuoi occhi
      ciò che scrivo nel mio cuore,
      leggo nel tuo cuore
      i sogni dei miei.

      Certezze, dubbi,
      realtà, sogno.
      Non capirò mai se tu
      sei il più bel fiore del mondo
      oppure il sogno del mio amore.
      Roberto Perin
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Silvana Stremiz

        Schiavi

        Schiavi
        Tuoni.
        Tuoni che vestivano i lampi.

        Lampi di paura nella mia mente
        più buia della notte.

        Notte di pensieri,
        di sogni tristi
        su un veliero che solcava
        i mari della notte.

        Remo dopo remo,
        squarciavano le acque.

        Catene dopo catene
        legavano i miei sentimenti schiavi.

        Schiavi di "te",
        schiavi del "se",
        schiavi del "ma",
        schiavi del "se fosse".
        Schiavi per la vita.
        Schiavi della felicità,
        nella felicità di averti vissuto.

        Un veliero, un remo,
        una catena, uno schiavo,
        un pizzico di felicità,
        il sogno di cercare all'orizzonte,
        un faro di luce
        che illumini il tuo volto.
        Roberto Perin
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: Silvana Stremiz

          Mi odio

          Mi odio
          Odio. Odio.
          Mi odio.
          I miei occhi scrutano
          le stelle per vederti.

          La mia mano,
          fruga sul lenzuolo di seta,
          per cercare
          la tua pelle più liscia.

          Colgo un bocciolo di rosa
          per cercare un ricordo
          della tua pelle profumata.

          Il ricordo
          del ritmo dei tuoi passi,
          né vicini né lontani,
          sempre disperatamente uguali,
          scandisce il tempo,
          delle solitarie notti.

          La mia mente ti cerca,
          ti aspetta,
          ti ama,
          ti odia.

          Odio. Mi odio.
          Ci sarà pace per me
          se non ci sarai mai più.
          Roberto Perin
          Vota la poesia: Commenta
            Questo sito contribuisce alla audience di