Questo sito contribuisce alla audience di

Poesie di Roberto Giusti

Autostrade, nato martedì 16 settembre 1980 a Genova (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Racconti, in Frasi per ogni occasione e in Diario.

Scritta da: Roberto Giusti

Moonlight

La notte ha trovato il suo senso...
insieme a te luna che m'illumini d'immenso.

Non temo più le tenebre, la solitudine e sofferenza...
perché sei con me a vegliare su questa vita d'adorare.

Ci sei tu, solo tu a vivere del mio amore...
E non provo più rabbia, ne rancore o frustrazione.

Ora siamo stelle e splendiamo nell'oscurità!
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Roberto Giusti

    Dannato Amore

    Ooh amore, passione, gioia e dolore...
    Conducimi nel regno della follia,
    là dove s'incontrano due anime solitarie
    complici nel creare un'essenza divina e superiore.

    Ooh amore, sentimento, vita e morte...
    Fammi sentir nel cuor amato
    e mai più così affranto,
    come un misero vagabondo nella valle del pianto.

    Ooh amore che tanto t'ho amato...
    Permettimi d'essere la tua fonte di felicità
    e non più...
    un granello di polvere disperso nel vuoto tempo.
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Roberto Giusti

      Morte Anonima

      Sono fatto, sono strafatto...
      Sono cotto, sono morto.
      Vivo di alcool e droghe,
      mi piego al tempo con le sue difficili prove.

      La fine non è mai troppo lontana
      in questa realtà così amara.
      Sono niente di quello che ero
      quando già ero quello che non volevo.

      Ho perso la speranza,
      la voglia ancora di gioire,
      poiché oggi come ieri...
      m'interessa solo morire.

      È fatta... sono finito!
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Roberto Giusti
        Il sole è lontano...
        e la luna sembra a un palmo di mano.

        L'universo è stellato...
        là nel buio più inoltrato.

        I pianeti sono tanti...
        questo mondo di tutti quanti.

        La natura si ribella...
        quando l'uomo le fà guerra.

        L'inquinamento avvelenerà tutto...
        e per noi sarà presto lutto.

        Io tiro a campare...
        non mi và ancora di crepare.

        Dormo, mangio, bevo...
        e quel pensiero dalla testa mi levo.
        Vota la poesia: Commenta