Poesie di Patrizia Cona

Studente e lavoratrice, nato domenica 14 ottobre 1984 a Roma (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi.

Scritta da: Patrizia Cona

Ho scelto te, per bagnarmi il cuore di parole

Te ho scelto, per concedere un sussulto di vita;
te ho scelto, per poter accarezzare con mano delicata e
domani stringere con forza;
te ho scelto, per confessare una lacrima e lasciare
che si asciughi sul tuo vestito leggero;
te ho scelto, per impedire al tempo di sbiadire
il mio ricordo e cancellare i passi;
te ho scelto, per trasmettere un'emozione che il cuore
da solo non può contenere;
te ho scelto, per condividere una malinconia densa
che mi sovrasta nei giorni più deboli;
te ho scelto, per poter amare ed odiare
e vivere di questi contrasti;
te ho scelto, perché ogni volta che ti sfioro
assapori la mia passione senza condizioni;
te ho scelto, per quietare i moti dell'anima ora deliranti,
ora in estasi;
te ho scelto, come custode di infiniti pensieri
per raccontare la mia storia oggi, domani e per sempre.

Ho scelto te perché taci, ma il tuo silenzio è il solo
che lenisce un dolore o arroventa il sangue,
e nella tua stanza senza rumori si nasconde
l'eco delle mie parole.
Ho scelto te, un foglio bianco da sporcare d'inchiostro...
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Patrizia Cona

    Tu dove sei?

    I tuoi sguardi mordenti e fugaci
    come lame fendono quei sogni lontanissimi,
    che stringo tra le mani.
    Dentro di me gocce di sangue ardente,
    bruciano sotto la pelle dal color alabastro.

    Simili a mani delicate, mi spogliano da ogni difesa
    ed a terra cadono emozioni assopite.
    Quegli occhi come morbide labbra
    assaporano centimetri del mio corpo,
    dove rimane un desiderio dal sapore
    dolce e sconosciuto.
    Patrizia Cona
    Composta mercoledì 15 aprile 2009
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Patrizia Cona

      Strapperò il presente in mille pezzettini

      Strapperò il presente in mille pezzettini
      e lo regalerò alla prima brezza estiva di passaggio
      che come neve al sole lo dissolverà.

      Come una ladra a caccia di speranze
      nascosta in un angolo del cuore
      aspetterò silenziosamente che la nera cortina
      della notte mi avvolga...
      ... e che le prime luci nel cielo s'accendano.

      Poi ruberò la stella più luminosa
      ed al primo biancheggiar d'alba
      fuggirò a cavallo di un sogno
      sospinta da quel vento di ricordi,
      che ancora conserva il profumo d'estate
      e nel quale curiosamente vi ritrovo
      frammenti solitari di realtà.
      Patrizia Cona
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Patrizia Cona
        E ad ogni passo ad ogni lacrima
        mi avvicinerò sempre di più sino a sentire
        il palpito della tua anima.
        Mi appoggerò su di te
        e sentendo i battiti del tuo cuore
        saranno per il mio come una dolce carezza.

        Solo così... adesso... i nostri corpi vibreranno all'unisono
        ti vedrò riflesso in una stella...
        ... il tuo bagliore mi accecherà
        ... e mi perderò nel frastuono di un'emozione.
        Patrizia Cona
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: Patrizia Cona

          Emozioni in lacrima

          Stasera ho voglia di piangere...
          di lasciar scorrere lentamente una lacrima... o forse più
          a rigarmi il viso.

          Sinuosa come acqua cheta di fiume,
          la sento scendere... a bagnare piccoli centimetri di pelle
          per arrivare dritta alle labbra sulle quali
          teneramente morire...
          ma la sua essenza raggiunge il cuore.

          Con gli occhi ancora umidi osservo i bagliori di città
          che oramai a nulla si riducono se non a fievoli
          punti di luce...
          mentre nel sonno il pianto mio trova ristoro.
          Patrizia Cona
          Vota la poesia: Commenta
            Questo sito contribuisce alla audience di