Scritta da: Marilena Aiello

Sogno

Mondo plastico di seta fluida
flessibili e flebili voci mutevoli
in spazi infiniti sempre alterati
sipari di immagini, tempi di battiti
il cuore trascina, la mente frena
l'anima disegna, la volontà insabbia.
Un turbinio di ore in folate di vento
il rotolare di albe e tramonti
e luci e ombre su volti sempre nuovi
fotografie di scene abbozzate
tratteggio di ricordi sbiaditi
pagine vecchie di storie sbagliate.
Restiamo li, ammutoliti
la pellicola corre, la pelle invecchia
gli occhi sognano, la seta si adagia
le mani si posano e i cuori si perdono.
Ma un fil di sogno resta
ed è quel sogno in cui cantiamo
la pellicola corre, la pelle arrossisce
gli occhi brillano, la seta riluce
le mani danzano e i cuori si baciano.
Marilena Aiello
Composta martedì 9 luglio 2013
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Marilena Aiello

    Incontro

    Nelle pagine di un libro
    amare di tristi poesie
    t'intravidi, era notte.

    Traversando copertine
    odorose di pelle e vita
    ci sfiorammo, fu un brivido.

    Nascosta in ripiani improbabili
    letture sterili di uomini grigi
    evitavo, illusa, di rivederti.

    Seduto su un haiku
    sfogliando un'avventura
    sorridente, mi attendevi.

    Mi arresi presto al tuo pensiero
    ché solo quello era già l'universo
    e insieme proseguimmo, era giorno.
    Marilena Aiello
    Composta mercoledì 10 luglio 2013
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Marilena Aiello
      Lacrime di fata
      sembran lucciole danzanti
      ma son briciole di stelle
      Volteggiano magiche
      nella luce di luna
      Si posano candide
      a segnare un sentiero
      Diventan lanterne
      per le piccole formiche
      Il bosco si sveglia
      e imbandisce una festa
      La fata si volta incredula
      di gioia si illumina il suo viso
      e torna a splendere il suo sorriso.
      Marilena Aiello
      Composta mercoledì 13 marzo 2013
      Vota la poesia: Commenta
        Questo sito contribuisce alla audience di