Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: Marilena Aiello

Cuore

C'è un'unica fiamma
e brucia un'unica volta.
Le altre sono luci
promesse di sogni
speranze di fuochi
riflessi di ricordi.

Tu bruciasti la mia
ed io mai la tua
che già consumata
cullavi d'inganno e
alimentavi di me
di lei, di un'altra,

nell'illuso tentativo
di inseguire un te stesso
sempre giovane
affamato d'amore
assetato di vita
splendente d'oro.

Caduta dalla tua mano
spenta d'ogni calore
m'incamminai al buio
delusa da un'alba
tardiva tiepida sbiadita
in un autunno perenne.

Soffiai piano
urlai forte
cantai ad occhi chiusi
piansi a cuore muto
morii e risorsi.
Nacqui da me.

Impastai sentimenti
scavando l'anima
mi riempii di emozioni
mi colorai di sensazioni
mi consegnai al vento
alla terra e al mare.

Conchiglia che contiene
che colma, che vuota
che prende e perde.
Conchiglia che vive e muore
che racconta e tace
e conserva, ancora, un cuore.
Composta venerdì 26 febbraio 2016
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Marilena Aiello
    Beffarda vita
    che ghigna contenta
    se ti coglie di sorpresa,
    ancora e di nuovo,
    se ti sconvolge i piani
    e ti fa ritrattare,
    se ti capovolge i cieli
    e d'improvviso ti fa cadere.

    Maledetta vita
    che ruba ciò che hai
    e ti ricopre la notte
    di doni che non immaginavi.
    Ladra e befana
    avida e prodiga
    sei roba sua
    finché non ti getta via.

    Cattiva vita
    più cieca della fortuna
    che tira frecce
    senza guardare il bersaglio
    che tira a sorte
    pescando nel mucchio
    che colpisce
    ci bastona e mi ferisce.

    Benvenuta vita
    quando si pente
    e ti chiede perdono
    quando si tinge
    di un sapore buono
    quando si finge
    che nulla è successo
    e tutto ciò che vuoi

    d'ora in poi sarà permesso.
    Composta martedì 5 maggio 2015
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Marilena Aiello

      Mattino

      Dita di sole si allungano nel verde,
      svegliano ogni foglia e il buio si perde.
      Torna il giorno che svela i colori,
      soffia luce nell'anima e si accendono i cuori.
      Brusii e cinguettii rivelano nidi e tane,
      saltano scoiattoli tra i rami, gracchiano le rane.
      Bambini felici si inseguono nei prati,
      nei loro giochi sono pirati e gli alberi son castelli fatati.
      Composta mercoledì 7 agosto 2013
      Vota la poesia: Commenta