Scritta da: Mariella Mulas

E cercherei

E cercherei
luce bianca per non accorgermi
di ombre invadenti...
ma lascerei che riflessi
addolcissero ciuffi di capelli
per accarezzare anche solo
con lo sguardo il tuo profilo sfumato.

E il sorriso
coltiverei nel tuo sorriso
per trovare spazi di gioia
solo nell'avvertire un fiato
che mi sfiora... appena.

... e gli occhi miei
non si arrenderebbero
alla penombra dell'incoscienza,
ti troverebbero ugualmente
in tutte quelle cose
che sanno di te.

E cercherei l'infinito
in un solo bacio vagheggiato
che si anima nell'immagine
di un amore che, testardo
solo nel mio cuore, è ancora tempesta.
Mariella Mulas
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Mariella Mulas

    Come un sogno

    Ho sospirato
    notti buie che più veloci
    s'imbiancassero d'alba...
    ho cercato luce
    che portasse chiarore
    nei pensieri...
    Come un sogno
    ho attraversato spazio mentale
    che ha fermato il tempo
    e vi ho ritrovato quei primi sorrisi,
    quelle prime timide parole
    al gioco ridente di echi
    lasciati vagare alla brezza
    di un'età che non evocava passato...
    Ho lasciato orme
    ... ricordo
    sulla quella sabbia
    che solleticava i nostri corpi
    e che tra mani poi, impazienti,
    scivolava su ogni momento di sensualità
    tra spruzzi di mare accogliente...
    Come un sogno
    ancora m'incanto ai flussi dell'onda
    che intona sempre lo stesso canto
    e mai stanca del suo disperdersi in gocce
    ... solo lei ignara e indifferente
    della nostalgia.
    Mariella Mulas
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Mariella Mulas

      E ti rincorro

      Lieve d'idee
      il tempo scorre
      nell'abitudine...
      e momenti particolari,
      piccoli talismani
      di sorrisi,
      incorniciano la nostalgia.
      E ti rincorro,
      immagine di sogno,
      tra spire di eventi
      che invecchiano il respiro.
      Ma come elisir
      vado a berti alla fonte
      di quell'istante...
      scivolato
      sull'anima,
      e rigenero il desiderio
      di appartenere
      alle parole,
      ai pensieri,
      ai gesti che han costruito
      l'illusione
      per non sentirmi
      piccola cosa
      nel divenire
      io stessa
      uno sperduto frammento
      di un indifferente percorso
      per caso
      sorvolato da una parvenza
      di felicità.
      Mariella Mulas
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Mariella Mulas

        Ho amato parole

        Ho amato parole.
        ... e le ho udite come voce
        che calda sospirava un sogno...

        Ho amato frammenti
        che come bagliori
        hanno reso visibile l'invisibile.

        Ho amato domande
        che non cercavano risposte...
        Le ho lasciate all'orizzonte
        a confondersi nel mistero.

        Ho amato la malinconia
        che ricamava fili
        di languida vaghezza
        nel mio cuore...

        ho amato l'apparenza
        di un respiro che avrei catturato
        per amare di passione
        anche un'ombra...

        ho amato il silenzio
        che mi portava a riconoscere
        quelle parole che pian piano
        avvolgevano solo di poesia.
        Mariella Mulas
        Vota la poesia: Commenta
          Questo sito contribuisce alla audience di