Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: Marco Teocoli

Festa per protesta

Non è mai festa,
ma un giorno di protesta.
Ne son passati più di cento,
quello che conta non è il tempo.
Il vero scopo è il cambiamento.

Tra miti e verità
si tiene alta la volontà,
per distruggere la prevaricazione
nei confronti delle persone.

Se ognuno di noi fossimo
sensibili verso il prossimo,
se fossimo attenti alle esigenze
e non solo alle urgenze.

Penso che si potrebbe fare
di più per chi pensiamo di amare

Fate sentire il vostro discorso
anche nei giorni in cui non c'è posto
per le mimose e per gli auguri.
Procreate uomini più maturi.

Riscattiamo ogni donna,
per non cadere nella vergogna
di un mondo incapace,
di dare giustizia e pace.

Scusate se non faccio gli auguri,
credo che ci vogliano verbi più duri,
come combattere e lottare
per cui ne vale la pena credere,
che l'8 Marzo sia un giorno per ricordare
e soprattutto per cambiare.

A voi, senza, non nasce poi.
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Marco Teocoli

    Non hai capito di quale amore sono capace di amare

    Non hai capito di quale amore
    Sono capace di amare

    Vederti soffrire mi porta dolore,
    un chiodo squarcia il cuore,
    guardi dentro me scorrere
    l'ultimo sangue d'amore.
    La regia di un film d'orrore,
    tanti brandelli senza pudore
    seminano tanto terrore.

    L'anima era pronta ad amare,
    A te, a voi ha chiesto di entrare
    nel labirinto che porta a sperare.

    Perso fra i filari per inseguire
    il sogno con cui volare
    sopra ogni cosa poter guardare.
    Così scendo in picchiata per virare
    sui tuoi dubbi come fremi, per fermare
    la scia d'acqua sul tuo mare.

    Quante volte hai detto di amare.
    Com'era bello poter naufragare
    e pensare di poter arrivare
    indenne nel giardino del tuo cuore,
    proteso a raccogliere il tuo fiore.

    La tua illazione per il mio essere
    libero da schemi del pensiero.
    Accetti di non accettare
    ciò che potrei argomentare.

    Non hai capito di quale amore
    Sono capace di amare

    Sono dolce tenero e mansueto,
    sono premuroso ed inconsueto.
    Peccherò di falsa modestia
    ma sono ridotto come bestia.
    Sentimenti da cui scappare
    emozioni da cui evadere.
    Le uniche siete voi da salvare.

    Non hai capito di quale amore
    Sono capace di amare

    Sono capace di implodere
    per non farti sentire il mio dolore.
    Sono capace di scegliere
    una vita per pregare.
    Sono capace di fermare
    la penna del mio scrivere
    Sono capace di morire
    per non farvi soffrire.

    Non hai capito di quale amore
    Sono capace di amare.
    Vota la poesia: Commenta