Questo sito contribuisce alla audience di

Poesie di Marco Abbate

Studente, nato martedì 31 maggio 1994 a Napoli (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi per ogni occasione.

Scritta da: Marco Abbate

Roberta

Rimarrei a guardare il tuo viso per ore.
Oseresti proibirlo?
Basterebbe un altro attimo con te per volare nel mondo delle favole,
e così sia.
Rimaniamo insieme nel mondo incantato.
Tutto sei per me.
Altrettanto sarai in futuro.

Mi piace quando mi fai sentire Tuo.
Immaginiamo una nostra favola adesso.
Amare è il titolo.

Ti sento molto cara in questo momento.
Inaspettatamente mi accorgo che sei sempre più importante.

Arricchisci me con i tuoi gesti.
Mai ti dimenticherò.
Ora ritorna alle righe sopra e leggi la prima lettera di ogni verso scema =)

Con una nuova emozione mi guardo intorno,
è la prima volta che scrivo per Amore.
Sentimento che per me sino a poco tempo fa era assai lontano.
Lei ha sconvolto la mia mente.
Ha reso possibile che il pensiero Amare fosse vicino.
Ed eccomi qua... Pensando a te che quando leggerai ciò, mi guarderai e mi regalerai un ennesimo sorriso.
Sorriso quale custodirò per sempre nel mio cuore.
Ecco l'atmosfera che mi aspettavo, tu sorridente mentre leggi.
Io che provo un brivido di imbarazzo che mi percorre lungo la schiena.

Scema, Sei importante.
Ti voglio bene.
Composta lunedì 27 luglio 2009
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Marco Abbate

    Ti voglio bene

    E continuo a parlare di Lei.
    La sua dolcezza di assomigliare al fiore più bello di questo mondo,
    è lei, quella gocciolina di una fitta pioggia di pensieri che ti sfiora la mente.

    Ma cosa succede?
    La mia realtà cambia solo al pensiero di passare un altro momento insieme a lei.
    e quando sono con lei?
    Indescrivibile.
    Il suo odore lo sento costantemente nell'aria.

    Lei mi fa gridare in silenzio.
    Se resto in silenzio nella mia mente regna la traccia musicale più bella della mia vita: Pensarla...
    La ascolto percuotendomi... per le tante volte che mi crea i brividi.

    Così mi avvicino a lei, e le sussurro: Ti voglio bene.
    Composta domenica 14 giugno 2009
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Marco Abbate
      ... e sembra tutto organizzato...
      Tutto cosi scontato...
      Non accade nulla di fatato...
      Sempre rimpiangendomi quei perché...
      Di quelle maledettissimi giornate passate a pensare a te...
      Mi mandavano avanti le idee di noi due...
      Abbracciati sotto un cielo,
      di un mondo che speravo fosse migliore...
      non mi restano altro che ricordi...
      di quei sorrisi strappati per non sentirmi in colpa
      di qualcosa che non avrei fatto...
      dando sempre ragione a te...
      ora mi accorgo che sbagliavo
      per un si avrei dato quel che avevo...
      meglio dire quello che mi era rimasto...
      pensare a come farmi notare...
      sperando che i tuoi occhi si fossero distratti per un attimo per cercare i miei...
      quando poi venendo a sapere che non ho speranze
      cosa mi rimane se non altro che quei rimpianti?...
      quando tu sorridendomi mi nascondevi che mi volevi bene...
      ma non lo dicevi per paura...
      ... io altrettanto!...
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Marco Abbate

        Questo per te

        Per te scriverei tutte le volte,
        resterei sveglio tutta la notte...
        perché tu! Piccola mia,
        mi spezzeresti il cuore se andassi via...
        e nei tuoi occhi guardo,
        sento che e vicino questo traguardo...
        Io che lascerò dietro la scia,
        quando finalmente sarai mia...

        Indietro guarderò,
        ... fisserò...,
        quanta strada ho percorso,
        qualche volta mi sono perso...
        Perso nel bosco dell'amore,
        e piangevo per il dolore...
        Pensavo se saresti tornata
        Con quegli occhi splendidi da fata...
        Il mio cuore hai incantato,
        voglio restar con te nel mondo fatato...

        Non e magia,
        non è follia...

        è semplicemente la realtà che voglio!
        Vota la poesia: Commenta