Scritta da: Luigi Principe

Che fare...

Abbassa il tuo sguardo, Dio.
Guarda quanto accade oggi
dalla prospettiva dei nostri occhi
e osserva i morti riversi a terra.
Illumina dal basso, più da vicino,
tutto il tempo e lo spazio che serve
a consumare, a vivere pienamente
ogni respiro che ci hai donato.
Guardaci dentro standoci di fronte,
dalla prospettiva di chi ci sta davanti.
Guardati dentro stando dentro di noi,
spiegaci perché speranza e storia non fanno rima
e decidi che fare di chi ti uccide in tuo nome.
Luigi Principe
Composta mercoledì 18 novembre 2015
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Luigi Principe

    Lontani ma non distanti

    Quando sospiri, vedo
    l'incanto del tuo sogno
    alto, inviolabile, profondo.
    Quando sospiri, sento
    l'ardore del tuo intento,
    il profumo delle tue stanze
    e so che dove tu mi sogni
    è ancora e sempre dove
    devota mi accoglierai.
    Quando sospiri, sento
    il fragore dei tuoi anni
    e assaporo il disincanto
    di quel desiderato istante.
    Luigi Principe
    Composta venerdì 1 maggio 2015
    Vota la poesia: Commenta
      Questo sito contribuisce alla audience di