Poesie di Leandro Mancino

Studente di Psicologia, nato sabato 23 settembre 1989 a Benevento (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi e in Racconti.

Scritta da: Leandro Mancino

Una vita incolore

Occhi per piangere,
sorriso per fingere,
cuore per battere,
e mani per coprire il suono delle urla.

Dolce lacrima in quell'angolo di vita,
stringi forte le tue fredde braccia,
quel cuore continua a battere...

Non permettere al mondo di farti crollare,
non permettere al mondo di farti cadere,
vai nel tuo angolo e non fart sentire...

Dolce lacrima sulla tua guancia,
amari ricordi vuoi fare andar via,
urla e incubi non son roba tua.

Tu sei sole,
tu sei aria,
tu sei gioia,
tu sei amore.

Tu sei luce,
tu sei vita
tu sei voglia,
tu sei l'unica mia ragione.

Dolce lacrima in quell'angolo di vita,
stringi forte il tuo cuore fermo,
quel cuore deve pulsare...

Non dovrà esistere in te un male,
non dovrà sfiorarti la voglia di mollare,
non dovrà mai e poi mai azzannarti questo pizza di vita incolore.

Fallo per te,
fallo per loro,
fallo per me che ti scrivo e da lontano ti adoro.
Leandro Mancino
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Leandro Mancino

    Ricordi

    Struggenti immagini che passano per questi occhi...
    Occhi, labbra e parole amate...

    E non bastano mille e mille lacrime a riempir questo vuoto che in me cresce a dismisura...
    E non bastano silenzi a colmare il dolore creatosi.

    A capo chino cammino...

    A passo lento contro il mio destino,
    a ricordar scene passate,
    a sognar su scene future...

    A piangere su tutta la vita bevuta a gran sorsi fino ad ora...

    Che queste lacrime puliscano la mia anima,
    che queste lacrime puliscano il mio cuore,
    che queste lacrime puliscano la mia mente,
    che queste maledette lacrime cambino il mondo...
    perché così è troppo duro per esser vissuto.
    Leandro Mancino
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Leandro Mancino

      Musica maestro...

      Musica maestro! Che il mondo balli...
      Balli con me, balli per me... balli da me, qui, nel mio cuore.

      A dar vita a qualcosa che sta andando via...

      Musica, musica maestro!
      Che la banda faccia risuonare le loro note per il paesino...
      Che il mio essere possa essere ritrovato...

      Musica, musica per favore...
      Cosa aspetta maestro? Alza la bacchetta... dia inizio alle danze, ai suoni... alle meraviglie.

      Alla poesia suonata... alla poesia cantata... e tutto tornerà come prima.
      E tutto verrà ripristinato... e tutto verrà trovato.

      E troverò me stesso... se tu vorrai, mio maestro...

      Amen.
      Leandro Mancino
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Leandro Mancino

        Guardaci...

        Troppo piccoli e indifesi per questo mondo...
        Guardami... guardaci...
        A dirci ti amo... stretti in un solo abbraccio, un attimo sacro...
        Guardami... guardaci...

        Guardami e salvami, dì quel che devi dire... ora che non fa più paura...
        Guardami amore... guardami e ama...
        Guardaci amore... guardaci e sogna...
        Guarda... non più con gli occhi ma col cuore, non più il mio viso ma la mia anima.
        Spogliami... spogliami tutto... il cuore, il cervello, l'animo... il corpo.

        È una vita che ti aspetto... ora che sei qui non voglio perdermi un sol attimo con te.
        Ora che sei qui coglierò l'attimo, ogni attimo perduto ora lo coglierò... star con te è un così prezioso presente che solo assaporarlo rende vivi... divini... intoccabili.
        E mi sento un Dio... giuro, un Dio.
        Guardami... guardaci...
        Troppo deboli per questo mondo... ma che importa?
        Bastiamo noi... il resto andrà da sè... e non resterà giorno tranquillo, senza problemi, ma andrà bene così, è un prezzo ragionevole pur di avere te.

        Tutto è ragionevole pur di averti... tutto è ragionavole pur di poterti amare.
        E quel ti amo... ah... se potessi risentirlo mille e mille volte io lo farei, mi ci addormenterei la notte e risveglierei il mattino.
        Risuona nella mia mente... risona tutto...
        E tocco il cielo con un Dio, fin lassù... dove finisce il cielo... e inizia un altro mondo, il nostro.
        Leandro Mancino
        Vota la poesia: Commenta
          Questo sito contribuisce alla audience di