Questo sito contribuisce alla audience di

Poesie di Klara Erzsebet Bujtor

Nato a Keszthely (Ungheria)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Umorismo, in Racconti e in Frasi per ogni occasione.

Ombre

Ombre che si muovono
di tante forme e misure,
lunghe e fini di cipressi,
basse e larghe di cespugli,
di bambini son danzante,
di giovani son agitate,
curve e opache di vecchi,
che s'ingrandiscono e nel tramonto
svaniscono.
Ombre mute,
spazi oscurati dalla luce,
senza peso e materia,
ne profumo, ne colore,
sono anime, che si mostrano al mondo,
di ogni cosa che hanno un corpo,
e alla sua volta della loro morte,
scompaiono
nell'eterno buio.
Composta martedì 18 settembre 2012
Vota la poesia: Commenta

    Un pugno di anni

    Un pugno di anni,
    che mi son rimasti,
    vorrei spargerli bene nel tempo
    sulle candide nuvole
    sul ciliegio in fiore,
    sulle onde azzurre,
    e nei tutti venti, che li portano
    dove devo andare,
    per stare,
    per sempre.
    Un pugno di anni che mi son rimasti,
    non vorrei sprecarli ma donarli ai sogni
    di che sono nata,
    e dove voglio tornare
    per addormentarsi
    serenamente.
    Voglio aprire il pugno
    e guardare il fluire d'attimi della vita,
    che scompaiono poco a poco
    nell'orizzonte,
    è cosi vicino a me,
    che posso toccarlo con le mani
    e udire il silenzio
    dell'infinito.
    Composta venerdì 14 settembre 2012
    Vota la poesia: Commenta

      Il mare mio color oro

      Il mare mio è color oro
      e seren ondeggia nel lieve vento
      qua e la una vela rossa
      che navigano sulla luce
      del sole,
      il silenzio bisbiglia sommessamente
      e volteggiano d'ogni colore dell'arcobaleno
      i pensieri belli
      Il mare mio fa la piena tarda estate,
      in ogni goccia un pezzo di sole,
      è gonfio di profumo d'estate
      Il mare mio color oro
      quieto oscilla davanti al mio uscio,
      ma sta notte non ho dormito
      dal rumore d'un trattore
      e al mattino vidi cumuli di paglia
      e storni volare basso
      e l'azzurro del cielo
      risplendere
      sul campo.
      Composta mercoledì 1 agosto 2012
      Vota la poesia: Commenta

        Poeta

        Ah! Quanto ammiro l'incredibile virtù della natura,
        che da un minuscolo seme nasce un albero,
        tante piccole gocce formano un lago
        fiumi che si gettano nel mare,
        e magnifici fiori che spuntano tra le fessure delle rocce
        color azzurro, giallo, rosso,
        cielo, sole, tramonto,
        è l'immensità racchiusa in un fiorellino,
        e l'intero cielo sta in una goccia di rugiada,
        e l'io del poeta
        che scaturisce
        di questa incredibile
        visione.
        Composta mercoledì 18 luglio 2012
        Vota la poesia: Commenta
          Come un pittore, che dipinge il suo pensiero su telo bianco
          io coloro le mie parole sul quaderno,
          e faccio un disegno della vita,
          di un infinito campo fertile, che è in continuo lotta con tempeste agguerrite,
          con il gelido vento, sole ardente, siccità d'amore,
          ma lo stesso sbocciano fiori magnifici,
          che animano questo mondo terribile
          e terribilmente bello,
          Quando il pittore ha terminato il suo quadro
          lo appende sul muro e mostrare al mondo la sua arte,
          e io chiudo il mio quaderno e metto nel cassetto,
          e un giorno quando lo trovano,
          poseranno un fiore
          sul mio sepolcro.
          Composta giovedì 28 giugno 2012
          Vota la poesia: Commenta