Poesie di Giuseppe Cutropia

Nato giovedì 18 gennaio 1979
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Racconti, in Frasi per ogni occasione e in Diario.

Scritta da: Giuseppe Cutropia

Il tempo

Cos'è il tempo?

Che cosa sono i minuti,
sospiro di qualcosa che sta passando?
Che cosa sono le ore,
lacrime di qualcosa che non tornerà?

Che anche il pensiero abbia il suo
tempo?
Momenti del passato che diventano ricordi.
Il desiderio di un abbraccio che
diventerà un sogno.

L'ora
è il momento che separa uno sguardo da un sorriso?
O è l'invenzione della nostra mente,
che vuole desiderare la conoscenza di quando accadrà?

Che cosa significa sapere che cosa è
il tempo, se viviamo qui e ora?
Giuseppe Cutropia
Composta giovedì 1 ottobre 2015
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Giuseppe Cutropia

    La mamma

    Quel soffio d'amore che ci ha donato la vita.
    La sua promessa di una vita d'amore.
    La certezza di questo immenso amore.
    La sua amorevole presenza per ogni volta che siamo caduti.
    L'amore che ci ha reso ciò che siamo.
    Quell'abbraccio che ha riscaldato il nostro cuore, la nostra vita nel suo amore.
    Quello sguardo colmo di amore.
    Quella carezza che ci ha donato amore.
    Una parola d'amore, quando ne avevamo bisogno sempre
    cos'è la mamma, è amore.
    Giuseppe Cutropia
    Composta venerdì 25 settembre 2015
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Giuseppe Cutropia

      Il mio cuore

      Un pensiero ha sfiorato
      il mio cuore
      qualcuno di importante nella mia vita,
      e in quell'attimo nel mio cuore è
      comparso il tuo viso.

      Non ho pensato a cosa legasse i
      nostri cuori, né perché il tuo viso fosse
      apparso.
      Ho domandato solo al mio cuore
      cosa desiderasse.

      E lui rispose

      che nonostante non avesse potuto
      trovare risposte per un tuo timore,
      o per un tuo dubbio, sarebbe stato lì, per ascoltarti.

      Nonostante non avesse potuto
      trovare una soluzione per un tuo problema,
      o impedire che un dolore ti facesse cadere
      sarebbe stato lì, pronto a sorreggerti
      e ad offriti il suo affetto per aiutarti a
      rialzarti.

      Che malgrado non avesse potuto
      evitare che una lacrima solcasse il
      tuo viso, sarebbe stato lì,
      pronto a raccoglierla.

      Che non avrebbe potuto dirti cosa
      essere, ma che ti avrebbe voluto
      bene per ciò che sei.

      E anche se non avesse potuto
      donarti la felicità che avrebbe voluto,
      sarebbe stato colmo di gioia nel vederti
      felice, e che nel tuo sorriso avrebbe
      trovato la sua felicità.

      Che nonostante non avesse potuto
      donarti nulla di più,
      avrebbe donato tutto se stesso
      nella sua totalità, e con tutto l'amore
      che poteva contenere.
      Giuseppe Cutropia
      Composta martedì 22 settembre 2015
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Giuseppe Cutropia

        L'autunno

        Nel continuo alternarsi delle stagioni,
        ecco che sopraggiunge lui
        l'autunno.
        Custode dei nostri ricordi
        di quei viaggi estivi appena conclusi,
        delle amicizie ritrovate e di quelle nate
        nelle caldi notti.
        L'autunno,
        il crepitio delle foglie, che donano ai tuoi pensieri
        il colore di una dolce malinconia,
        lasciando spogli i rami del tuo cuore.
        Ma nel tripudio di quei colori nostalgici,
        ecco spuntare due occhi.
        Uno sguardo gioioso, che dona al nostro cuore
        il colore dell'amore.
        E la malinconia muta in allegria,
        un sorriso che nasce sul nostro viso,
        nell'attimo in cui quella coda scodinzolante ci viene incontro,
        con tutto il suo amore
        ricordandoci, che anche nelle giornate
        dove la tristezza fa ombra sui nostri cuori, lui è sempre lì
        al nostro fianco.
        L'autunno,
        un dolce e lento arrivederci
        a quel sole estivo
        che ha riscaldato le nostre giornate,
        ma consci che l'amore del nostro cane,
        continuerà a riscaldare i nostri cuori.
        Giuseppe Cutropia
        Composta martedì 22 settembre 2015
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: Giuseppe Cutropia
          Amo gli attimi di silenzio,
          dove le parole, spesso artefatte e viziate,
          lasciano spazio alla sincerità delle emozioni.
          Quelle emozioni che senti a pelle.

          Amo gli attimi di silenzio,
          perché è nel silenzio che Dio,
          con tutto il suo amore,
          donò un suo alito di vita a questa terra.

          Amo il silenzio, perché è in lui che si
          può trovare l'amore vero, quello sincero.

          Sarà per questo che amo i cani
          perché Dio ha voluto,
          che il cane ci donasse
          "attimi di silenzio"
          e che lo facesse per tutta la sua vita.
          Attimi di amore puro.
          Giuseppe Cutropia
          Composta lunedì 21 settembre 2015
          Vota la poesia: Commenta
            Questo sito contribuisce alla audience di