Poesie di Giuseppe Cutropia

Nato giovedì 18 gennaio 1979
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Racconti, in Frasi per ogni occasione e in Diario.

Scritta da: Giuseppe Cutropia

A Scricciola

Nella tenue penombra della
mia malinconia,
ritrovo la dolcezza dei tuoi
occhi socchiusi.
Uno sguardo sempre vigile
sul mio cuore.
Sento il tepore del tuo musetto,
che si fa strada tra soffici,
seppur solitarie, lenzuola.
È nelle ore più tristi del calar
del sole...
che ritrovo te...
il tuo amore.
E di questa sincera compagnia...
mi riempio l'anima.
Ti stringo al petto...
lo faccio dolcemente.
Ma mi rendo conto che
non sono io...
ma tu,
che mi avvolgi a te...
donandomi tutto di te.
Giuseppe Cutropia
Composta giovedì 3 novembre 2016
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Giuseppe Cutropia

    Desiderio Di Te

    Questa notte... si amor mio...
    questa notte appoggia i tuoi pensieri
    così pesanti sul mio petto...
    qui, sul mio cuore.
    Non cercarmi nella tua solitudine...
    Non desiderarmi tra le ombre della vita.
    Amami nel tepore di un abbraccio...
    di quelli che colmano il cuore...
    fallo nella luce di un sorriso.
    Non esiste pena nell'amore,
    che l'amore stesso non possa curare.
    L'anima si nutre di sogni,
    il cuore di desideri...
    e tu per me sei nutrimento.
    Lascia che tutto di me possa saziarsi di te.
    Giuseppe Cutropia
    Composta venerdì 21 ottobre 2016
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Giuseppe Cutropia

      Cuore di madre

      Tu che vivi la tua esistenza,
      donando l'unica cosa che hai,
      te stessa.
      Lo fai sempre, anche quando la vita sembra toglierti il sorriso.
      Ma tu sei lì
      attingendo la tua forza dal tuo
      cuore di madre.

      Un cuore capace di celare,
      di mutare lacrime in sorrisi.
      Tu sei lì
      col tuo cuore di madre,
      un cuore, pura essenza d'amore.
      Un amore vissuto tra rinunce e dolori.
      Un amore donato in ogni battito di questo tuo cuore.
      Questo amore che non conosce il rancore,
      ma che vive nel perdono.

      E poi la vita mi porta via,
      lontano da quello sguardo che incessantemente veglia,
      protegge, ama.
      Il mio corpo muta da crisalide,
      per divenire farfalla.
      Desideroso di volare via,
      ma consapevole che tra le tue braccia,
      troverò sempre un meraviglioso
      fiore sul quale riposare le mie ali
      stanche, pronto a donare il calore di un abbraccio.

      Braccia mai chiuse,
      tra le quali trovare il conforto e l'amore del tuo cuore di madre.

      Ed io
      in questo viaggiare,
      mi lascio trasportare dai venti della vita,
      tra intemperie e delicate brezze
      mattutine, scrutando cieli nuovi
      ma consapevole che ovunque le mie ali mi porteranno,
      in te troverò sempre il mio orizzonte,
      troverò sempre il tuo cuore di madre.
      Giuseppe Cutropia
      Composta lunedì 9 novembre 2015
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Giuseppe Cutropia

        Solo tu

        Le ore trascorrono lentamente,
        tra pensieri e ricordi.
        Queste ore così solitarie, che trovano
        il loro tempo nelle ombre.

        Guardo... osservo... scruto,
        ma ciò che trovo sei solo tu...
        Solo tu.

        La paura bussa al mio cuore,
        si mescola a queste emozioni,
        paura di amarti, di perderti...
        Paura di essere nulla, di essere tutto.

        Guardo... osservo... scruto,
        ma ciò che trovo sei solo tu...
        Solo tu.

        Sei lontana, troppo lontana per stringerti...
        Sei così vicina... da non poterti non amare.
        Così presente in questo cuore che urla.
        Ed io lo sento, sento il suo grido nei miei silenzi.
        Silenzi, che si fanno strada in questa assenza di te.

        Guardo... osservo... scruto,
        ma ciò che trovo sei solo tu...
        Solo tu...
        qui nel mio cuore.

        Ed io t'amo

        T'amo nei miei respiri, nei tuoi...
        T'amo in questa carezza che ti mando,
        che sfiora ancora il tuo viso...
        T'amo in questo sguardo del cuore,
        uno sguardo che vive di te.

        Guardo... osservo... scruto,
        ma ciò che trovo sei solo tu...
        Solo tu.
        Giuseppe Cutropia
        Composta domenica 8 novembre 2015
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: Giuseppe Cutropia
          L'anima spesso sa essere una stanza così vuota
          e silenziosa.

          Ti ritrovi a doverti confrontare con le tue paure,
          con le tue debolezze.
          Vivi ciò che sei, nella solitudine di te stesso,
          le più intime sfumature del tuo essere.

          Unico eco... la voce del cuore.
          Note di una melodia a volte melanconica.

          Ma anche in quella malinconia,
          non puoi fare a meno di sentire quell'unica nota,
          che d'improvviso ti fa comprendere, che ciò che pensi sia una vuota
          solitudine, in realtà è il tuo cuore
          che pian piano si colma della persona
          che ami.

          Sì, l'amore è così...
          a volte nasce da emozioni ai nostri occhi incomprensibili,
          ma che in realtà sono proprio quelle
          che un motivo non debbono avere.

          Sono quelle emozioni che vivi e basta,
          perché non puoi farne a meno...
          Perché ti fanno sentire vivo...
          Perché è amore...

          Amare senza un perché,
          senza una ragione.
          Amare.
          Giuseppe Cutropia
          Composta sabato 7 novembre 2015
          Vota la poesia: Commenta
            Questo sito contribuisce alla audience di