Poesie di Giulia Guglielmino

Onicotecnica /estetista /ballerina
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Frasi per ogni occasione e in Diario.

Scritta da: Giulia Guglielmino

L'immagine di un risveglio

Presi forza nello scostare le lenzuola
quella mattina di aprile.
Aprii per una seconda volta gli occhi...
e poi una terza...
No. Non stavo più dormendo.
Ero tornata da quel piccolo grande viaggio
di poche ore.
Con le gambe ancora quasi intrecciate,
mi vidi come da lontano...
Su di un fianco come se fossi stata abbracciata al nulla.
Mi guardai allo specchio,
che proprio davanti a me in quel momento
stava riflettendo l immagine del mio risveglio...
Bastò poco per rendermi conto che
fu la prima volta che mi svegliai
non appena un ombra nera
cercava di invadere il mio sonno.
Quella notte riuscii a controllare la situazione e allontanai il mio incubo prima che riuscisse
ad entrare a far parte ancora dei miei pensieri.
Forse stava finendo tutto...
Forse dopo un anno passato a pregare di non addormentarmi per non sognare...
Forse le lenzuola quella notte mi protessero a tal punto di non lasciar passare attraverso di loro nessuna freccia... Non una...
Quelle che fanno così male...
Quelle che trapassano il cuore e sfiorano l'anima...
Giulia Guglielmino
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Giulia Guglielmino
    ... Semplicemente donne.
    Come vetri senza cornici;
    Come l'acqua di questo mare,
    che azzurro è solo per fantasia...

    ... Semplicemente donne:
    Vorremmo spesso apparire per ciò che non siamo.
    Vorremmo spesso nasconderci per ciò che siamo!

    E, come corpi trasparenti,
    ma solo agli occhi di pochi affetti,
    involontariamente lasciamo che attraverso di noi
    si possa leggere ogni singolo disagio,
    ogni singolo dolore e ogni singolo pensiero...

    Vorremmo spesso scappare da questa dolce condanna.
    Vorremmo essere avvolte da un velo scuro
    che possa conservare con noi i nostri segreti.
    Vorremmo coprirci...
    a volte anche solo con una mano...

    Consapevoli del nostro umore,
    che come un girasole si rivolge alla luna,
    vorremmo scappare da noi stesse...
    Spesso ci abbattiamo e spesso ci rialziamo...
    Spesso amiamo e spesso soffriamo...

    Semplicemente donne...
    Donne che, la danza vede come oggetto in cui entrare
    e come miglior mezzo per poter uscire...
    Giulia Guglielmino
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Giulia Guglielmino

      Le stagioni della danza

      Sono come d'estate, il primo sole,
      che i tuoi occhi illumina stupore.
      Sono come d'autunno, la foglia,
      che gialla cade quando la stima tua
      tocca il suolo di te.
      Sono come d'inverno, il fiocco,
      che ancora caldo non compone la neve.
      Sono come di primavera, il profumo
      che estasia, da una rosa della quale ti innamori.
      Sono la danza:
      che ti stupisce, che ti abbatte.
      Sono la danza che scalda l'anima.
      Sono la danza, che perdere la testa ha fatto, e farà.
      Giulia Guglielmino
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Giulia Guglielmino

        Piano solo

        Se fossi uno strumento musicale
        sarei sicuramente un pianoforte...
        Come le sue note, che avanzando in punta di piedi generano spesso dolci e silenziose emozioni.
        Come i suoi tasti bianchi a neri...
        Un inevitabile contrasto, una lotta interiore continua...

        Se fossi uno strumento musicale
        sarei sicuramente un pianoforte...
        Che da solo può fare tanto...
        In pochi istanti
        può rendere completo l animo di una persona;
        In pochi istanti può far sorridere,
        può far piangere, può far ricordare, può farsi amare...

        Se fossi uno strumento musicale
        sarei sicuramente un pianoforte...
        Che però ha bisogno del suo pianista
        per poter vivere...
        Giulia Guglielmino
        Vota la poesia: Commenta
          Questo sito contribuisce alla audience di