Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: Giulia G.

cercare

Cercare
tra quello che è, che sarà e quel che fu,
una virgola, un verbo, un aggettivo,
un'immagine che parli a chiunque sia vivo,
un significato che scuota le cellule del cuore.
Che dia un senso al suo bruciore...
tentare nel caos imperante, nel clamore
dilagante del trash, di fare poesia,
non è una missione, è una malattia.
Ci vorrebbe dante per farsi ascoltare,
di quell'inferno,
pur se questo non dà fama,
forse è questa la ragione per la quale
si afferma
del resto, oltre a te, è il mio dai ascolto.
E questo per chiunque, t'assicuro, è già molto.
Composta sabato 7 maggio 2011
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Giulia G.

    La vita che non conosci

    Che ne sai
    di quello che non ho mai fatto
    di quelle corse da perdere il fiato
    di quella valigia sempre chiusa
    di quella lettera un po' confusa
    e della voglia di andar via,
    della paura e della nostalgia.
    Che ne sai
    del tintinnio di pioggia caduta sopra il tetto
    e della parole scritte sopra il vetro
    udite nel vuoto di un silenzio
    e dei profumi di fiori appena raccolti
    nei pensieri distolti
    e dalle aurore
    che nascono tra l'azzurro e il sole.
    Che ne sai
    degli oceani separati
    troppo lunghi maltrattati
    che si uniscono all'orizzonte
    con l'oriente e l'occidente
    e delle tracce lasciate
    d'una poesia mai scritta
    un po' per pigrizia
    che tocca l'anima
    in un pendio sussurrato d'amore
    sulla strada sassata e sabbiosa
    che attraversa il mondo
    in un cammino claudicante
    che oscura la luna
    in un cielo
    che piove inchiostro nero
    e scoprire che tutto può sparire in un baleno.
    Che ne sai...
    ... eppure t'ho tanto amato.
    Composta martedì 8 ottobre 2013
    Vota la poesia: Commenta