Questo sito contribuisce alla audience di

Poesie di Giorgio Musarella

Nato mercoledì 19 maggio 1965 a Reggio Calabria (Italia)

Scritta da: Giorgio SantyManero

Carpediem

Fremi tutta all'idea
di lasciarti andare
di assaggiare le emozioni
che senti avvicinare.
Hai da vincere solo un freno
una corda intrecciata
con la vita dei tuoi amori
che non osi solo spostare
perché per te vale
come un tagliare.
Carpediem è una bella parola
ma viverlo può diventare
un infernale tagliola.
Composta sabato 6 giugno 2009
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Giorgio SantyManero

    Innamorarsi

    Quanti giochi
    e quante parole
    per arrivare al tuo cuore
    senza bruciarti
    con il mio calore.
    Tu desideri rischiare
    mi vuoi diretto nell'amare.
    Tra le mie braccia
    ti ho sentita mia
    un tocco e una stretta
    e nel mio cuore
    si è aperta una breccia.
    Paura, voglia, emozione,
    questo leggo nei tuoi occhi
    quando mi stringi con passione.
    Ora da solo
    non posso chiamarti
    non posso sentirti
    ma posso pensarti.
    Immagino che
    il mio pensiero invitante
    si unisca al tuo
    anche solo per un istante.
    Irraggiungibile eppure
    mia inevitabilmente.
    Composta lunedì 1 giugno 2009
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Giorgio SantyManero

      L'Amicizia

      Una giornata uggiosa
      il ticchettio della pioggia
      le ore che passano
      e la notte che si avvicina.
      Solo un attimo
      il soffitto da fissare
      ti ritrovi a cercare
      una voce amica
      a cui cantare
      la tua voglia di amare.
      Ridere con le sue parole
      felice di poterti dissetare.
      Non è il tuo amore
      ma la consideri tua.
      È dolce l'amicizia
      quando solo con la voce
      sa farti compagnia.
      È dolce galleggiare
      sulle lenzuola
      lasciarsi cullare dai ricordi
      e poi sprofondare.
      Composta domenica 31 maggio 2009
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Giorgio SantyManero

        L'Attrazione

        Salgo le scale
        verso la pista buia
        vederti a lato,
        una luce avida
        mi porta via.
        Mi sento attratto
        e resisterti non posso,
        tante donne belle
        tra le mie braccia
        ardono come fiammelle,
        ma ogni momento
        come un radar
        cerco te e ti sento.
        La tua presenza
        a scandire i miei battiti
        i tuoi occhi
        a fermare gli attimi.
        Amo non ricambiato,
        non so se essere giulivo,
        mi strazia dentro
        e mi fa sentire vivo.
        Composta lunedì 11 maggio 2009
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: Giorgio SantyManero

          Desiderio

          Fotogrammi in sequenza
          di tutto quello che mi circonda
          il tuo viso ne è l'essenza.
          Mi accascio, rapito
          ad adorare il tuo sorriso
          e vago con la mente confuso
          a cercare di sapere dove sei
          in questo momento preciso.
          Ti trovo sola
          e il mio cuore sanguina.
          Ti trovo felice
          e il mio cuore si rimargina.
          Una spinta potente a chiamarti
          e la mente a dirmi vai avanti.
          C'è un muro fra noi, possente,
          ma facile a rompersi,
          che a ogni crollo
          si ricostruisce in un istante.
          Ora lo fisso truce
          ha la superficie liscia
          nessuna crepa è venuta alla luce.
          Fiera dentro al tuo recinto
          mi tieni a distanza
          deluso e respinto.
          Lo sguardo all'indietro,
          fisso su di te, non si riesce a staccare
          e mi impedisce all'orizzonte guardare.
          I giorni di pena non sono finiti
          e si affievolisce ogni speranza.
          Desiderare un viso perduto,
          è questa la mia ingiusta sentenza.
          Composta domenica 19 aprile 2009
          Vota la poesia: Commenta