Questo sito contribuisce alla audience di

Poesie di Giorgio De Luca

Nato giovedì 27 luglio 1950 a Chieti (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Umorismo, in Racconti, in Frasi per ogni occasione e in Diario.

Scritta da: Giorgio De Luca

La mimòse - 8 Marzo, Festa della Donna

Se cunfònne nghe lu culòre
de la jenestre, ma quèlle
fa bèlla mostre sole fòre
a la fenèstre.

Pe ll'arie se spànne l'addòre...

Ecchele la mimòse!

Te la fàcce lìssce e delecàte,
arilùce gnè lu sole
dentr'a ss'ucchie 'mmaculàte.

La Mimosa

Si confonde con il colore
della ginestra, ma quella
fa bella mostra solo fuori
la finestra.

Nell'aria s'effonde il profumo...

Ecco la mimosa!

Ha la faccia liscia, delicata,
riluce come il sole
nei tuoi occhi immacolati.
Composta lunedì 8 marzo 2010
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Giorgio De Luca

    Il borioso

    È pronto a colpire alle spalle
    pur di salvare se stesso.

    Il ripugnante strisciare
    è il solo mezzo per raggiungere,
    senza scrupoli,
    la sommità di una collina!

    Il petto,
    gonfio come un palloncino
    e lasciato scaldare al sole,
    esploderà come una bolla di sapone!

    È stato solo il bluff
    di un volgare venditore di fumo
    ormai prossimo alla gogna!
    Composta lunedì 20 febbraio 1995
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Giorgio De Luca

      Meraviglioso amore

      Dalla loggia si affaccia sul mare,
      scruta l'orizzonte,
      le crespe onde.

      I giochi d'acqua,
      come i racconti d'amore,
      appartengono ai ricordi.

      Le emozioni spaziano nel tempo
      varcando i confini dell'universo.

      Per dichiarare il suo amore
      sfiderà l'inverno, aspetterà
      che il vento plachi le sue ire.

      Solo quando la tempesta
      avrà fine, una piccola onda
      bagnerà il suo corpo tra i colori
      iridescenti dell'arcobaleno.
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Giorgio De Luca

        L'uguaglianza

        Sopravvive alla miseria subendo
        la prepotenza degli anziani.

        Sogni angosciosi movimentano
        le lunghe notti.

        Al risveglio, attraverso un sentiero
        impervio e contrastato, continua
        il cammino verso la speranza...

        Quel ragazzo nero dal cuore d'oro,
        ha vinto la scommessa con la vita
        perché ha creduto nel principio
        d'uguaglianza e libertà degli uomini.
        Vota la poesia: Commenta