Le migliori poesie di Giorgio De Luca

Nato giovedì 27 luglio 1950 a Chieti (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Umorismo, in Racconti, in Frasi per ogni occasione e in Diario.

Scritta da: Giorgio De Luca

I suoi dieci anni... - l'infanzia rapita

Un bel dì si svegliò
ch'era diventato grande.

Pesavano tutti quegli anni...

Non sapeva come conciliare
scuola e lavoro.

Pensava, pensava...

i nove anni li sentiva tutti
sul groppone:
erano tanti,
ad un passo c'era la vecchiaia...

Ci arrivò senza accorgersene:
tanto fu breve il salto,
che rimase indifferente!

Erano dieci gli anni...

Una vita vissuta intensamente.

La mente torna indietro nel tempo,
ai ricordi di bambino.

A cinque anni, incontrò l'amore:
gli regalò due gioie.

Ora è tardi,
è un poco malandato.

Come pesano gli anni...

Và a dormire, a dormire...
Giorgio De Luca
Composta giovedì 18 giugno 1992
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Giorgio De Luca

    Lettera alla madre

    La prima vita,
    quella di bambina,
    morì in un campo di sterminio.

    Nei ripetuti silenzi,
    vorrebbe gridare a Dio dov'era
    quando il forno bruciava sua madre.

    Sentire quella voce
    che il vento di Auschwitz
    portò via.

    Nell'ultima lettera,
    l'ebrea,
    figlia d'Israele abbandonata da Dio,

    trovò il coraggio
    di leggerle il *"Kaddish"
    e chiederle perdono.
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Giorgio De Luca

      Cadean le foglie d'autunno

      L'animo gentil donar volle
      alla diletta sposa.

      Caden le foglie d'autunno...

      Ella, i crin disciolti,
      rapita fu
      dal canto d'usignolo.

      Vibrar poté le ali come
      una libellula
      per adagiarsi là sul fior più bello.
      Giorgio De Luca
      Composta giovedì 17 ottobre 1996
      Vota la poesia: Commenta
        Questo sito contribuisce alla audience di