Scritta da: Gerlando Cacciatore

Io e te

Una bara aperta?
Si!
Una bara aperta,
aspetta che il suo cliente,
entri in essa.
Così io aspetto che tu
entri in me.
Che il tuo ed il mio cuore
diventi tutt'uno;
che tutt'uno,
diventi il mio ed il tuo pube,
baciandosi.
Che pure tutt'uno,
diventi la tua e la mia bocca,
stringendosi;
cercando un calore.
Un calore?
Si!
Quel calore che canta
in ciascuno di noi,
l'amore.
Gerlando Cacciatore
Composta giovedì 8 febbraio 1973
Vota la poesia: Commenta
    Questo sito contribuisce alla audience di