Questo sito contribuisce alla audience di

Poesie di Gennaro Keller

Pensionato, nato martedì 31 ottobre 1944 a Salerno (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi.

Scritta da: Gennaro Keller

Sotto il cuscino

Sotto il cuscino nascondi
gli anni migliori della tua vita.
Un'altra ora
si aggiunge alla tua età.
Misteri no, non svelerai;
il tuo silenzio è un muro di ghiaccio,
orda di mani la tua gioventù.
Tu conseguirai vittorie,
e come un bandito nella prateria
tu ruberai tesori ed ipocrisie.
Conserva ogn'ora la tua pelle!
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Gennaro Keller

    L'alba mi ritrova

    L'alba mi ritrova
    ancora vivo,
    guardo lontano,
    non sono finito.
    Vivo d'attesa
    in un mondo chiuso
    come tartufo, fino al tramonto.
    Mani mi cercano
    come volando,
    accetto il tutto
    senza gettarlo.
    Osservo la noia
    venirmi incontro
    come sognando.
    Sto cercando
    Afriche nuove
    per far l'amore
    senza morire.
    Tendo le braccia:
    sto ancora vivendo.
    Un volto amante
    mi sta sfuggendo
    portandosi via i giorni.
    Un altro mondo
    mi viene incontro
    come volando.
    Ombre passano
    al di là del bosco,
    mi stan cercando,
    mi stan chiamando.
    Ombre felici
    stanno volando
    per scavalcare i muri.
    C'è tanto spazio,
    anche per me!
    Sarà tardi per ritornare
    a mani giunte
    come pregando.
    Due volti amanti
    hanno nascosto il mondo
    nelle loro mani.
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Gennaro Keller

      Sei apparsa all'improvviso

      Non ti ho cercata tra le stelle.
      Sei apparsa così,
      all'improvviso
      e riempi i miei momenti
      di gioia, di attese, di speranze.
      Ora ignorarti sarebbe
      un enigma non risolto.
      E ovunque sarai
      oggi, domani
      o un altro giorno
      te fra le mie mani
      e nei miei occhi
      il tuo sorriso.
      Due vite parallele
      che non si incontreranno
      mai.
      Composta giovedì 14 ottobre 2010
      Vota la poesia: Commenta