Questo sito contribuisce alla audience di

Le migliori poesie di Gaetano Toffali

Responsabile commerciale - Formatore, nato domenica 24 ottobre 1954 a Verona (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Indovinelli, in Umorismo, in Racconti e in Frasi per ogni occasione.

Scritta da: Gaetano Toffali

A mio padre

Era un bambino mio padre
Anche quel giorno
Che è morto e i nipoti
Erano fuori e dicevano
Ha avuto lunga e anche bella la vita.

Era un bambino mio padre
Lo so adesso che i figli
Grandi li vedo e vanno
Per dove non lo sai più.

Di fuori non sai
Cosa può un cuore
Che vive per sempre
E toglie le rughe stirando il viso
Ma poi sono mille
Se scappa un sorriso

Era un bambino, mio padre,
in un corpo da grande
come bambini
un poco per sempre
lo siamo noi
sempre di più
solo invecchiando
lo vedi in tu.
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Gaetano Toffali

    L'età degli anni

    L'età degli anni
    Ha di bianco i capelli
    Di scuro la sera
    Un letto che è vuoto
    Del mosto di sesso
    Che affini all'amore
    Speranze di sogni
    Bagagli ingombranti
    Una donna a cui credi
    Nel "ti voglio bene"
    La certezza volante
    Di cosa vuoi tu.
    Piovono i giorni
    Il passato è remoto
    Anche coi figli
    Ci stai quasi più
    E allora allora allora
    Dove è che sei tu?
    (tanti auguri Gaetano
    Buon compleanno a me).
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Gaetano Toffali

      Mi prende il cuore

      Mi prende il cuore
      Il respiro di questa bambina
      e le mani piccole
      Che cercano papà

      Nella paura del buio
      Nel bello di essere caldi
      e la mano e il fiato
      Ci lasciano l'impronta
      e i capelli si sciolgono
      Mentre il sogno arriva
      Nel sonno che il sorriso
      Stende a dare battito
      Più forte e vero
      Al cuore di questo papà tuo
      Che poche volte ti ha
      e ti tiene il profumo
      Tra naso e ricordi
      Che le assomigli molto
      Peccato perché
      Se ti vedo
      Chi batte a grancassa
      Per dirmi ricordi?
      E pensiero malandrino
      Che chi cerca sei tu
      Sempre purtroppo
      Male detta mente tu.
      Vota la poesia: Commenta